LE OCCASIONI DEI SOGNI

 

Le occasioni vanno afferrate al volo, anche se si è in accappatoio. È troppo facile farsele sfuggire, bisogna anche saperle riconoscere. Perché il buono arriva, bisogna solo saper aspettare. Oggi mi è arrivata un’email davvero promettente, voglio condividere quindi con voi questa notizia. La signorina si è firmata, ma ce la teniamo anonima, tanto non è rilevante.

Leggi tutto “LE OCCASIONI DEI SOGNI”

IL MIO VOTO AL REFERENDUM È IL NON VOTO

Non è semplice andare sempre contro corrente, ma purtroppo le parole di Umberto Eco trovano sempre maggiore riscontro. Uno ci prova ad ascoltare le ragioni di chi protesta e di chi fa caciara, ma poi si accende il cervello e tutto diventa più chiaro.

Iniziamo dalle cose semplici: dalla lingua italiana e dalla comunicazione.

Per il Referendum del 17 aprile viene usato lo slogan “No-TRIV“, no-trivelle. Ma le trivelle non c’entrano un beneamato cazzo.  Leggi tutto “IL MIO VOTO AL REFERENDUM È IL NON VOTO”

METAMORFOSI & AGGIORNAMENTI

[su_dropcap style=”simple” size=“5”]S[/su_dropcap]i cambia, si cresce, ci si evolve. La pagina cambierà nome. Passeremo da “Distruggere i sogni altrui esponendo la realtà oggettiva.” a “Il Signor Distruggere“. Perché? Perché è più giusto, più breve, più immediato, più “taggabile”, più coerente con il blog e con l’URL della pagina. Insomma s’adda fare. Ovviamente ci sarà un fuggi-fuggi generale dei followers, questo perché quando si cambia il nome a una pagina Facebook viene quasi sempre inviata una notifica ai fan per informarli del cambio di intestazione. Considerando che, per via di una venale politica di marketing, solo 1000 persone su 116.000 visualizzano i post giornalieri, a meno che non si paghi Zuckerberg, i restanti 115.000, magari poco attenti, penseranno a chissà quale magagna. Quindi ci sarà un discreto sfoltimento. Un po’ come quando si vedono i post sponsorizzati: “Ahh! Ha osato pagare per avere visibilità! Tolgo il likeeee!!”. Io comunque non ho mai “sposorizzato” nulla sulla pagina, però non escludo di farlo in futuro. Al momento non mi occorre. Leggi tutto “METAMORFOSI & AGGIORNAMENTI”

IL MALEFICO CANGURO DELLA CIRINNÀ

Ma sta diventando un blog LGBT? Una succursale dell’Arcigay nazionale? No. Semplicemente quando le palle si gonfiano e raggiungono il pavimento, l’unica valvola di sfogo diventa il blog. Ci sarebbero anche mezzi più divertenti, tipo andare con l’antimateria in Senato, ma perché farsi il sangue amaro e dare la vita per questi idioti? Prima o poi i nodi arriveranno al pettine. Ho già parlato della Malefica Legge Cirinnà, questa volta però non voglio entrare nel merito della legge, ma vorrei esprimere la realtà oggettiva su quello che secondo me sta accadendo in Parlamento. Ma come può essere una realtà oggettiva se è una tua opinione personale? Perché io non sto scrivendo nelle vesti di “Vincenzo”, comune mortale, ma di “Distruggere”, quindi la sua opinione personale è la realtà oggettiva.

Leggi tutto “IL MALEFICO CANGURO DELLA CIRINNÀ”

LA MIA GIORNATA IN 10 FOTO

 

La sveglia in casa mia è caratterizzata da mia madre che balla alle 5:59:59 con la musica dell’ora esatta di Canale5. Foto 1 • Segue controllo email direttamente dal letto, coccole a Melissa, stiracchiamenti generali, imprecazioni verso estranei su Facebook, bagno. La colazione è un enigma, in genere prendo le proteine in polvere al gusto cacao sciolte nell’acqua o nel latte scremato, questo perché ogni mattina mi ricordo che dovrei seguire un’alimentazione controllata, cosa che poi va sempre a finire a puttane a pranzo e a cena. Leggi tutto “LA MIA GIORNATA IN 10 FOTO”

IL DISTRUGGI HAIRSTYLE

[su_dropcap style=”simple” size=“5”]I[/su_dropcap]l mio sogno più recondito è sempre stato quello di avere una bella chioma di capelli. Il problema è che non appena superano il mezzo centimetro i miei capelli diventano di un crespo paglia. A tal proposito, immagino spesso mia madre che durante i nove mesi di gravidanza si andava a coricare sul nocciolo del reattore 4 di Chernobyl. Non c’è altra spiegazione. Mi è stato fatto notare, comunque, che un blog non può contenere solo post dementi e prese di posizione politiche, ma dovrebbe parlare anche del blogger. Quindi se questo non ti interessa, lo capirò e andremo avanti entrambi. Leggi tutto “IL DISTRUGGI HAIRSTYLE”

IL SOGNO DELLA REGRESSIONE INFANTILE

Mi considero una persona con la mentalità molto aperta. Non apprezzo molto il feticismo, per un mero gusto personale, però non giudico chi lo apprezza. Semplicemente non mi faccio coinvolgere da chi lo reputa indispensabile.

Oggi ne scopro un tipo di cui non avevo mai sentito parlare: la regressione infantile volontaria.

Si tratta di un particolare feticismo che spinge l’adulto verso una condizione di regressione infantile, infantilismo parafilico, meglio denominato come autonepiofilia.

Una casa viene attrezzata con giochi e strutture tipiche di un asilo infantile, le persone si spogliano, indossano dei pannolini, poi arrivano le organizzatrici nel ruolo di “maestre”, che distribuiscono i biberon pieni di latte, ciucci, merende e si trascorre così il pomeriggio. Con fogli da colorare, pannolini da cambiare se “utilizzati”, e con le maestre che raccontano fiabe, mentre i clienti rispondono con suoni verbali tipici della prima infanzia. Leggi tutto “IL SOGNO DELLA REGRESSIONE INFANTILE”

LE TRIVELLE NELL’ADRIATICO


Gli ambientalisti cantano vittoria in merito allo stop delle trivelle nell’Adriatico. Pare che il Governo Renzi voglia fermarle.

Peccato che però ai “petrolieri” le decisioni di palazzo Chigi non interessino. Basterà infatti spostarsi con le trivelle di due chilometri, nell’Adriatico, per essere in territorio albanese o croato, senza dover chiedere poi più nulla all’Italia. Pare infatti che l’Albania e la Croazia siano ben liete di trivellare e guadagnarci. Leggi tutto “LE TRIVELLE NELL’ADRIATICO”

IL LIBRO DI VINCENZO MAISTO

[su_dropcap style=”simple” size=”5″]I[/su_dropcap]l grande giorno è finalmente arrivato. Il 5 dicembre alla Ubik di Napoli ho presentato la mia prima opera letteraria “Distruggere i sogni altrui esponendo la realtà oggettiva“… “Il libro di Vincenzo Maisto”. Molta soddisfazione, anche per via di tutte le civette che sono state immediatamente zittite, visto che la libreria ha venduto quel giorno molte copie e il responsabile mi ha anche fatto i complimenti. Il libro sarà però disponibile su Amazon tra una settimana, ma in ogni caso le premesse pare siano buone. Leggi tutto “IL LIBRO DI VINCENZO MAISTO”

I MORTI DI SERIE “A”, I MORTI DI SERIE “B”

Può sembrare un argomento semplice, ma non lo è affatto. Generalizzare è pane per i populisti che inneggiano a folle di analfabeti funzionali. Non esistono soluzioni semplici. Il mio unico rimpianto è quello di non aver organizzato una vacanza in Siria nel 2010, prima dello scoppio della guerra civile. Su YouTube ci sono diversi video di vacanze in quei luoghi, prima che tutto venisse distrutto. Leggi tutto “I MORTI DI SERIE “A”, I MORTI DI SERIE “B””