L’EPOPEA DELLA SFIGA

Candy Candy ha compiuto 40 anni. Chi ricorda il perché di questo nome?
Le due immutabili miss Pony e suor Maria accudiscono da sole, nella villetta del delitto di Cogne, quaranta bambini indemoniati. Un giorno durante una bufera di neve le due trovarono una cesta con una bambina vicino a un albero, e visto che accanto alla cesta c’era una bambola di pezza con scritto “Candy” sul vestitino, ben pensarono di chiamare la bambina così. La fortuna volle che non la trovarono accanto a una scatoletta di Simmenthal, altrimenti sai le risate per duecento puntate. Cristina D’Avena starebbe ancora lì a cercare una rima. Leggi tutto “L’EPOPEA DELLA SFIGA”

SUORA DI CLAUSURA, MA AL COLOSSEO!

Che notizia, davvero inconcepibile. Sempre la notizia, perché a quanto pare qualcuno ha concepito. C’è troppo moralismo comunque in giro… Adesso solo perché è una suora di clausura che ha fatto un voto di castità e di isolamento, basato sulla sua fede nei riguardi di una divinità che risulterebbe essere padre di sé stesso e figlio di suo padre, il quale telepaticamente le ha chiesto di credere in lui affinché possa estirpare una sordida forza maligna insidiata in lei dalla nascita perché una donna-costola, mai esistita, sarebbe stata convinta da un serpente parlante a mangiare un frutto da un albero magico, cosa che dio essendo onnisciente già avrebbe dovuto sapere al tempo, come del resto quindi già sapeva che la suora avrebbe aperto le cosce nove mesi fa. Ok, ho perso il filo.

Un’altra vittima della religione comunque, mi riferisco alla suora. Come si fa nel 2015 a non riconoscere una gravidanza? I calcetti li aveva attribuiti ad Alien?