TIMIDAMENTE AMORE CAP 5 – Alla luce di un lume

Ormai c’è più hype per questa serie a puntate che manco per i nuovi episodi di Trono di Spade! Pendiamo tutti dalle labbra di Ornella, la scrittrice romantica e maledetta. Consiglio sempre ai nuovi di partire dal primo capitolo cliccando qui. Per tutti gli altri, siete pronti al viaggio verso l’ignoto?

Non perdetevi neanche l’ultimo video del capitolo 4, potete vederlo cliccando QUI. Questi video mi fanno morire. Ricordo, inoltre, ai pugliesi che domani sarò a Martina Franca (TA), più info qui.

Leggiamo ora il capitolo 5.

E alcuni commenti…

Qualcuno corra ad attaccare un alternatore alla bara di Jane Austen, potremmo così risolvere il problema energetico in Europa per sempre!

Corri al capitolo 6 cliccando QUI!

 

54 pensieri riguardo “TIMIDAMENTE AMORE CAP 5 – Alla luce di un lume”

  1. Mi preoccupa molto Alessandra che ha ripreso a scrivere. Fatela smettere per favore.

  2. Da questo nuovo capitolo si evince che:
    1) Sonia non la caga nessuno
    2) Il parcheggio del supermercato è un luogo di speranze
    3) Giulia odia i soprammobili e Sara ormai ne ha la certezza vedendo il comodino senza alcun nulla

  3. Alla porta c’è Sonia, col cazzo che le aprono la porta. Se era Destino con in mano un coltello e una testa già mozzata, aprivano ogni cosa.

  4. Sono Sonia. Era Sonia ❤️
    Imbraccio❤️❤️
    E Sonia sta ancora dietro la porta chiusa a cinque mandate?????

  5. imbraccio … sigh!!
    e l’alta che A ripeso a scrivere… risigh!!!
    … e la povera Sonia? L’hanno lasciata fuori dalla porta? Ma cosa significa?!?!

  6. Fatemi capire bene. Giulia e Sara vedono che alla porta c’è una loro amica, Sonia, e:
    A) Non aprono e la lasciano fuori al freddo
    B)La fanno entrare ma non la calcolano
    C)Sonia non esiste
    E perchè il parcheggio di un supermercato è un luogo di speranze??Non so da voi, ma da me a sperare ci sono solo i barboni che bramano l’euro con il quale prendo il carrello per far la spesa…ma magari sono cinica io.
    Ma soprattutto (e qui lascio perdere il resto altrimenti viene un commento più lungo dello stesso capitolo): E’ TORNATO IL COMODINO!!!!Vero, silenzioso e assoluto protagonista di quest’opera; il mio personaggio preferito, finora.

  7. capitolo interlocutorio che lascia aperti molti misteri:
    – Sonia (chi c… è Sonia?) dove è stata accomodata?
    – qual è il segreto del comodino di Giulia senza alcun nulla? E’ sintomo solo della solitudine disperata di Giulia o nasconde un sordido segreto che lega Giulia a Destino?
    – Sonia è stata uccisa dalle due amiche che hanno raggiunto un intesa?

  8. Aspetto la nuova puntata del film. Solo per Sonia che era Sonia e la luna che innonda. ??? Meno male che grazie a Ornella c’è anche chi A ripreso a scrivere!

  9. “Grazie a te anchio o ripreso a scrivere”
    In effetti riconosco delle somiglianze nello stile.

  10. Come sempre capitolo lunghissimo… i misteri si infittiscono. perché non hanno aperto a questa sonia? La luna cambia nell’arco della nottata ora è diventata piena! Il maniaco contina a stare lì. La coperta con i fiori avrà a che fare con la petalogia? E il comodino vuoto che ruolo ha in tutto ciò? Siamo appena al quinto capiolo… non ce la faccio ad aspettare la prossima settimana o.O

  11. suonano alla porta, Giulia chiede chi è, l’altra risposde Sonia, poi rispondono non c’è nessuno è la lasciano fuori

  12. Si ma la Povera Sonia? Al Buio, Fuori dalla Porta, con la pioggia? E questo comodino vuoto? Non va bene, qualcosa stona!

    1. “Sono Sonia”. Era Sonia.
      “Mmmm … Sonia?”, penso’. “Hai detto Sonia?” Chiese
      “Si’, sono Sonia”. Disse Sonia.
      “Sonia quale?”. Chiese.di nuovo
      “Come quale Sonia? Sonia”. Rispose Sonia
      “Non conosco alcuna Sonia”
      “Scusi ho sbagliato appartamento”

  13. “Sono Sonia.” Era Sonia.
    Sonia è rimasta chiusa fuori.
    Sonia è morta congelata.
    Polly ha cagato sul suo cadavere.
    Il comodino, senza alcun nulla, che sapeva di non sapere, di aver guardato ma di non aver visto, si è trasformato in segatura da solo.

    Un loop infinito e senza senso.
    Un Fnord dei giorni nostri.
    Meglio una morte veloce che un male cronico.
    Questo romanzo è male.
    Puro.
    Indistruttibile come adamantio.

    Ornella datti all’ippica.
    Davvero.

  14. Se l’intelligence tedesca avesse affidato la cifratura degli ordini ad Ornella, adesso parleremmo tutti tedesco!

  15. “”Sono Sonia” Era Sonia” Lapalissiano!

    “Sara la segue ma si blocca quando nota la camera da letto dell’amica e il suo comodino senza alcun nulla”
    “Senza alcun nulla” vuol dire che non c’è il nulla quindi c’è tutto… Dei twist nella scrittura che David Lynch ancora si maledice per non averci pensato lui!!

    1. 2 negazioni si annullano, 3 si coalizzano e rafforzano il senso di vuoto cosmico

  16. Antro? Si sono trasferite in una caverna per sfuggire all’amica Sonia? Sono curiosa di vedere la trasposizione cinematografica di questo nuovo, avvincente capitolo da parte di quei meravigliosi corregionali. Sono in astinenza di risate, fate presto, vi scongiuro.
    La commentatrice Alessandra è chiaramente un troll. Diversamente, significa che ha smesso di scrivere in seconda elementare, quando la maestra non aveva ancora spiegato l’apostrofo e l’uso dell’h.

  17. Io mi domando come un COSO del genere che va contro tutte le regole della grammatica, della logica, del buon senso, del buon gusto, insomma di tutto quello che è buono, possa diventare una appuntamento senza il quale è diventato impossibile vivere.
    COME CAXXO È POSSIBILE??????
    Ad ogni modo, Ornella ha spadellato un letterario quanto inusuale “amicale”…. Capite da voi, che l’impegno c’è, oltre all’assoluta mancanza di attitudine per la scrittura…

  18. Sin da bambina attendo nuovi episodi de “ai confini della realtà” ed ora Ornella mi sta accontentando. Immensa gioia ?

    1. Se leggi l’episodio 16 ti renderai conto di quanto sei stata profetica a menzionare la gioia 🙂

  19. Ma E’ un luogo di speranza. La speranza che qualcuno finalmente ti stupri cosi’ trombi!

  20. ahahaghghhhhqqqqiii, scusate dal ridere mi stavo strozzando da solo… Ho letto i commenti. Mi pare di poter dire che Destino sia passato un attimo inosservato (d’altronde con perle di retorica come: Sono Sonia. Era Sonia o il comodino senza alcun nulla, il povero Destino non può che passare in secondo piano). A me, questo mentecatto che raccoglie un’imbecille e un cane in una sera tempestosa ma con la luna piena, le fa vedere delle foto, vorrebbe “tirare fuori” qualcosa ma viene lasciato il silenzio ai sentimenti, fa un po’ pena… Il mentecatto lascia l’imbecille a casa dell’amica e, invece di tornare a casa a praticare un po’ di autoerotismo o spassarsela con un’onesta passeggiatrice, resta in macchina a sfogliare delle foto dell’imbecille, foto che tocca col dito umettato di saliva… Un mentecatto con la EMME maiuscola.

  21. Ho un dubbio e mi sento di avvisare Distruggere perchè si informi adeguatamente al fine di evitare una pesante sanzione per la violazione di qualche diritto editoriale: siamo sicuri che l’Ornella dopo il road show di proposta per il proprio pregevole scritto, non abbia venduto i diritti televisivi e cinematografici del best(ia) seller?
    Metti che salti fuori la Metro Goldwin Mayer che ti quereli per la pubblicazione dei cortometraggi??????

  22. Esatto “antro”… Ornella si avvale di un vocabolario, ne sono certa ormai.
    Poi… usarlo a dovere è tutt’altra questione!

    1. manca giusto la data poi ci sarebbero tutti gli elementi ungarettiani: il titolo (la luna) il testo (è blu) e lo spazio bianco.
      Comunque spero proprio che trovi il tempo di mettere online il suo primo romanzo, capito, in questo si è pure migliorata ed impegnata sapendo che le altre l’avrebbero letta! *_*

  23. Vivono in una città su una terra piatta, per quello in base a come guardi la luna la puoi vedere sia piena e poi spostandoti la torno a vedere “finalmente piena” che ti ricordo è una fase lunare importante nella terra piatta. LoL

  24. No, non ce la faccio a leggere tutti i capitoli. Rido per come e cosa è stato scritto. Piango pensando che la graziosa autrice di tanto ributtante materiale sarà alla fiera dei libri. Libri. Siamo messi davvero così male?

    1. Ma ci va come potrei andarci anche io, che non scrivo libri. L’ingresso è aperto a tutti, basta pagare. A me fa piangere che lei creda davvero di avere scritto un capolavoro, tanto da presentarlo alle case editrici

  25. Ma Sonia l’hanno lasciata fuori dalla porta? Povera…

    In ogni caso, gli eredi legali della Austen devono denunciare la E. L. James per diffamazione: è a causa sua che tutto il pubblico delle Cinquanta Sfumature cita a sproposito la povera Jane.

I commenti sono chiusi