LA PETALOGIA – LEZIONE 3 MODULO 2

Terza lezione del modulo 2 di Petalogia. Il tema centrale è sempre la sfera sessuale di queste signore e la docente Annarita (che in realtà, ovviamente, non si chiama “Fiorella”), indaga nuovi aspetti dell’intimità della vita di coppia. In attesa di poter mettere le mani sul suo nuovo manuale, consoliamoci con la lezione.

I commenti, purtroppo, non sono pervenuti questa volta. Ma ci basta la lezione e anche la ghiotta opportunità per le nostre amiche di Ravenna…

ps. vi ricordo che domani ci sarà il nuovo capitolo di Timidamente Amore! In genere verso ora di pranzo, non mancate! Che il Destino sia con voi!

Vai alla lezione 4 del modulo 2!

55 pensieri riguardo “LA PETALOGIA – LEZIONE 3 MODULO 2”

      1. tragediaXD! Per una volta che servirebbe l’indice dei libri (post) proibiti…

  1. Il livello continua ad alzarsi vedo, su ogni piano. Sta diventando talmente evidente l’assurdità di tutta la faccenda che sono certa che almeno un paio di adepte faranno una sinapsi come si deve e si renderanno conto di tutta la farsa (sono ancora così romanticamente positiva sull’umanità <3 ). Per gioco ho contato le virgole, o meglio la virgola. Sono una specie in via di estinzione.

    1. Anche le lettere accentate se è per questo. Con “proprietà” ha usato l’ultima delle “à” che aveva a disposizione: infatti per scrivere “comprerà” ha dovuto ripiegare sulla “a” senza accento.
      Sembra invece evidente che di punti e di punti interrogativi ne abbia fatto incetta a suo tempo.

      1. ho fatto una prova: sono andata su facebook per scrivere uno stato e ho inserito due o tre parole sbagliate, e me le segna rosse. La nostra professoressa non nota neppure gli sbagli che le fa notare il correttore di facebook. Mi sembra di assistere a una commedia di Molière: la prof immaginaria XD LOL

  2. “Senti – dice Annarita alla parente – ho agganciato un gruppo di dementi da spremere come limoni, dammi un paio di giorni e ti trovo una che ti compra quel tuo tugurio del cazzo pagandolo quanto una villa. Ovviamente dividiamo 50/50”

  3. In questa lezione abbiamo imparato:
    1* Mio marito è un gigolò: “Un problema che riguarda i NOSTRI incontri con mio marito, che riguarda tutte …” (cit. con aggiunta di virgola mancante: Ornella docet)
    2° Come PRE-cauzione, lavarsi DOPO (quindi, come post-cauzione, vanno bene profilattici, pillole, diaframmi ecc., da utilizzarsi prima).
    3* In tutta la lezione non si parla di fiori, nè di petali: esigo un rimborso.

    Per lo meno ho finalmente avuto notizie del nuovo manuale; a quanto pare qualcuno le ha prestato dei caratteri true type (quelli dei suoi font li aveva finiti), quindi lo sta ultimando.
    Bah.

    1. Ma allora non sei stato attento alla lezione sul caffè. Come esso anche il cocco, essendo un frutto proviene da un seme… hai capito? Si.
      Ps: Sono 3.90 euro grazie.

  4. Ho capito male io o in questa lezione Fiorella ha praticamente tentato di impedire che le pancine rimanessero gravide di suo marito, e cercato allo stesso tempo di vendere una casa?

    1. Grazie a questa infografica, la mia mattina è iniziata ridendo. E grazie anche a tutti i commenti che leggo

  5. Mamma mia, che storia ingarbugliata. Si parte già bene con la faccenda dell’allattamento e su come non interromperlo, anche se non è specificato a quale età del pargolo. Suppongo, intorno ai 360 mesi. Poi: questa prima di iniziare vuole fare una domanda alla fine. In che senso? Prima o alla fine? Un’altra cosa poco chiara: tutte hanno incontri sessuali con il marito della petalologa Annarita? Parrebbe di sì, forse per questo vogliono evitare di rimanere incinte. E con il bagnoschiuma al cocco, i cui fiori sono notissimi all’universo mondo, potranno finalmente smettere le doccette e la pillola! Non è meraviglioso? No.
    La superparacula si improvvisa anche agente immobiliare, perché non sa più da che parte spennare queste povere gonze. Immagino che risate olimpiche si facciano lei e le sue parenti strette. Che infinito fastidio…

    1. Non c’è da meravigliarsi sui 360 mesi: è l’età media alla quale i cuccioli di sesso maschile abbandonano il nido materno.
      Il cucciolo è cocco di mamma, la pancina guadagna il titolo di “Mamma di Cocco”

  6. I gatti mi guardano allucinati mentre rido come una scema da sola… Cioè, questa sta pure cercando di rifilare a ‘ste pistolone UNA CASAAAAA?! Ed in omaggio, un buono sul manualeeee? Mica glielo da gratis, nemmeno se comprano la casa ?!! No, dai, premio Nobel per la faccia da culo!!
    Poi, il discorso sul cocco, che conclusione ha,? Anzi, no, che senso ha? Vuole usarlo come anticoncezionale? Gli spermatozoi sentono il profumo esotico e…? Se ne vanno convinti di avere sbagliato posto? Muoiono? Si stendono a prendere il sole?…??
    La prossima volta mi aspetto:
    – Che cerchi di vendersi pure una macchina usata
    – Che alla modica cifra di euro 10 (ricarica postepay, ovviamente) riveli come usare il cocco
    -Che metta in piedi uno schema Ponzi e le spiumi tutte come galline!!

    1. Mi verrebbe da dire che l’operazione di spiumatura le riesca benissimo anche così, senza complicarsi la vita inutilmente ?

      1. la mia palla di cristallo mi dice che al 28° capitolo di “Timidamente amore” la pubblicazione si interromperà, magari giustificata dalla cattiveria nostra che perculiamo, e comparirà in vendita un pdf dell’intero romanzo… ricarica postepay… rivolgersi ad Annarita, cara cara parente di Ornella… XD XD

      2. Magari e’ stata lei a scrivere la lettera di presentazione! (10 euro ricarica postepay)

  7. Capito?
    Io ho capito che il marito di Annarita partecipa a delle mega orge con le studentesse del corso. Ho anche capito che sia impotente, in quanto nessuna è rimasta in cinta pur avendo usato come metodo anticoncezionale il bagnoschiuma al latte di cocco. Giusto? Certamente!

  8. No vabè, questa è una criminale… ma nessuno le dice niente?! Un minimo di dignità non ce l’hanno in questo gruppo?

    1. Mi auguro che, prima o poi, emerga almeno quella, visto che a furbizia non sono messe benissimo. Quello che leggo mi avvilisce, perché immagino che le followers della petalologa siano anche ragazze giovani e non riesco proprio a farmi una ragione del fatto che siano così sprovvedute.

      1. Condivido. Però, pensando che noi siamo followers indiretti (e che con queste lezioni ci facciamo delle grasse risate), magari è possibile che anche qualcuna delle pancine si faccia delle grasse risate, leggendo queste “lezioni”. Ovviamente la mia è solo una speranza: è un po’ che non vediamo i commenti delle pancine alle lezioni della Annarita.

      2. Sì, hai ragione e spero che sia così. Ma mi piacerebbe vedere una crociata delle pancine contro Annarita

  9. Mi viene voglia di prendere casa a Ravenna solo X lo sconto guarda! Un’occasione imperdibile!

  10. A ogni “lezione” affiora sempre piu’ prepotente la perculatio. Questa pezzo a pezzo si sta sistemando tutto – e dico TUTTO – il parentado. A questo punto non mi stupirei se alla prossima cerca di rifilare a ‘ste craniolese la fontana di Trevi come Toto’. E fidatevi che la prima che chiede dove trovare il bagnoschiuma al cocco si ritrova il prezzo del consulto schiaffato sopra.

    Io davvero non so piu’ se ridere, piangere o farmi una foto per poi dire di noi. (Cit.)

  11. siete solo gelosi perché Fiorella aiuta i suoi parenti, ha risollevato l’economia del ristorante della cugina facendo pagare un pranzo di lavoro 50€ e adesso vuole aiutare una cara parente rinunciando ad una parte del suo guadagno….. siete invidiosi e falzi.

    1. ? ? “pranzo di lavoro” è una definizione molto generosa! Sapeva più di mensa caritas!

  12. No, e io che pensavo che bastasse lavarsi dopo con l’aceto come con i pidocchi… La casa con buono per il manuale di petalogia è una vera chicca. Stiamo scivolando nel penale qui.

  13. Ma tutte le domande che fa la chiarissima Professoressa Annarita Fiorella, possono essere considerate dei consulti?
    PS: volevo chiedere dov’è la lezione questa volta; devo chiederlo in privato a titolo di consulto gratuito, o questa domanda è già un consulto?

    1. Ovviamente sono dEI consulTI (le tue domande sono due …).
      Il primo è gratuito: poichè Annarita da anche la risposta, le sue domande sono in realtà dei consulti integrati nella lezione (come se fossero delle FAQ, o FUCK che dir si voglia).
      Il secondo è a pagamento, prima dovresti sganciare gli usuali 3.99€ sulla postepay …

  14. “Un problema che riguarda i NOSTRI incontri con MIO marito…”.
    L’ho riletta due o tre volte per essere sicuro, ma mi pare di aver capito che il marito di Annarita si presta a riti orgiastici con le discenti di petalogia (ovviamente a pagamento).
    Capisco, è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo…

  15. Comunque Annarita non sta dicendo nulla di nuovo.
    Sono anni che uso il bagnoschiuma al cocco come anticoncezionale e posso giurarvi sulla testa dei miei 27 figli che funziona alla grande!

    1. Allora puoi spiegarci meglio di Annarita: il bagnoschiuma lo usi tu o lo usa tua moglie? E come viene utilizzato, facendo un semplice bidet o vi cospargete i corpi, in modo che gli spermatozoi si sentano in vacanza in una zona esotica e non abbiano alcuna voglia di “unirsi” agli ovuletti? Non userò mai il bagnoschiuma al cocco, perché a me il relax fa venire più voglia.

  16. “La noce de cocco fa bene alla pelle, ai capelli….certo se te la magnavi era mejo”. Ed ora sappiamo anche essere un anticoncezionale perché il suo sapore esotico non ci fa pensare ai bambini. Ottimo. Secondo me aiuta anche infilarsi dei manghi nel c…o, vista la loro esoticitá.
    Sorvolando sui riti orgiastici a cui si sottopongono le tizie, la mia domanda è che cazzo c’entri l’intero post con la petalogia ?si parla di cocco, ma nessun petalo o fiore viene minimamente citato.
    Menzione speciale per la domanda finale che non è neanche un consulto ma un annuncio di vendita. Che affarone, quasi quasi spendo i risparmi di una vita per una casa a Ravenna solo per avere il manuale scontato. Sará troppo negoziare per averlo anche autografato? Magari offro diecimila euro in più per una dedica.

    1. Che ricordi sborling hills… m e s é ncastrata na noce di cocco tra le ovaie ho dovuto chiamare goldrake pe tirarmela fuori…

  17. Si può essere sarcastici quanto si voglia ma ‘sta tizia sta facendo seri danni.
    Cioè basta pensare a una spiaggia, in vacanza senza figli, una lavata profonda con un docciaschiuma al cocco,il richiamo esotico!, per non restare incinte? O ha il marito sterile visto tutte quelle che si tromba e nessuna resta gravida?
    Ti fotte col pdf, informazioni pericolose e inculata finale con la vendita della casa…A questo punto voglio capire fino dove arriverà.

  18. In sostanza, il cocco funge da anticoncezionale perché fa pensare al mare e se pensi al mare non pensi ai bambini: l’alchemia medievale fa un baffo a questo ragionamento!
    Vogliamo poi parlare del fantastico affare? Non solo possiamo comprare una casa dalla sua amica, ma avremo anche uno sconticino sul libro: val la pena di trasferirsi a Ravenna solo per lo sconto. Capito?

  19. No scusate compagni. Ma queste fanno incontri (sesso no eh, non siamo al porto) tutte insieme col povero marito della Annarita?
    I nostri incontri con mio marito. Qualcuno ha altre interpretazioni?
    Lasciamo perdere la compravendita della casa a Ravenna 😉

  20. Il cocco ha ottime proprietà a Ravenna, nuove costruzioni con cantina e posto auto. Affrettatevi.

  21. Nemmeno il profumo di salmone grigliato fa venire in mente i bambini. Anche spalmarsi addosso il salmone funziona come anticoncezionale?
    Ah, no, non è un fiore. Giusto? Certo!

I commenti sono chiusi