TIMIDAMENTE AMORE CAP 22 – I motivi di un odio

Il gran ballo cittadino è sempre più vicino, ma con chi delle varie dame di Timidamente Amore, accetterà di andarci il nostro Destino? Lo scopriremo, forse.

Per quelli che invece non riescono più a seguire il filo logico di questa trama (che vi garantisco: non c’è), potete leggere il RIASSUNTONE, dei primi 21 capitolo, cliccando QUI.

Per il capitolo 23 clicca QUI

101 pensieri riguardo “TIMIDAMENTE AMORE CAP 22 – I motivi di un odio”

  1. Non so cosa mi perplima di più tra “credevo fossi una mia amica” o “io e lui abbiamo avuto una storia importante LA SETTIMANA SCORSA”.

    E poi…AMELIA ahahah la strega di Paperon de’ Paperoni giustamente!

    #ornellanonsmettere

    1. Io, al pensiero che tra 9 giovedi’ non ci sara’ piu’ la puntata di Timidamente Amore, mi sento malissimo.
      E’ come la droga: e’ tossica, ma una volta che provi non puoi piu’ farne a meno!

    2. E’ un delirio di involontaria comicità!!! Sto a ride’ da mezz’ora!!!

  2. Nell’ultimo capitolo di “Timidamente Amore”:
    – Giulia è parente di Jon Snow
    – Sara fa la torta “mille delizie” per conquistare un cuore (qualsiasi?)
    – Amelia è evidentemente una ragazzina, almeno a livello mentale, per considerare “importante” una storia durata una settimana
    – Luigi/Destino o è un figo della madonna o è l’unico uomo rimasto sulla Terra per potersele fare una dopo l’altra in così poco tempo
    – “Ciao sogno, come ti chiami?” “Sì”

    1. Hai dimenticato di dire, però, che Ornella si conferma un’eccellenza nel mischiare i tempi verbali alla “come cazzo mi pare”…

      1. Beh ma quella è l’essenza stessa dell’intero romanzo, il filo rosso che unisce queste mirabolanti avventure ai confini della grammatica

    2. No beh è un riassunto perfetto oltre che geniale, sto ridendo da 5 minuti!

    3. Se Daenerys avesse conosciuto Destino, con cavolo che sarebbe andata con Khal Drogo e Jon Snow.

      1. Se Destino fosse stato in GoT, Khal Drogo sarebbe diventato il suo schiavo sessuale 😀

  3. Di questo passo i 30 capitoli annunciati diventeranno 60, poi 120, 240… 480 e via dicendo.

  4. Questo capitolo mi sa tanto di “non so come cazzo continuare quindi premerò tasti a caso sulla tastiera” … sta perdendo colpi

  5. Messaggio di servizio: se qualcuno conosce lo spacciatore di Ornella, mi posti per favore il numero di cellulare. Non c’e’ ombra di dubbio che fornisca ai suoi clienti solo roba di qualita’ elevatissima.

    Capitolo un po’ fiacco. Scopriamo pero’ che Gigi aveva gia’ infiocinato anche la dama delle scelte. A questo punto o Ornella mette in scena qualche altra personaggia, oppure la prossima vittima di Gigi sara’ forzatamente una tra Sara e Polly.

    1. Come “fiacco”? io non ridevo così da quando vidi per la prima volta Frankenstein Junior!!! :-))))

  6. al “Io lo fatto per Sara” hanno iniziato a sanguinarmi gli occhi. Capitolo essenziale per lo sviluppo della vicenda.

  7. “Abbiamo avuto una storia importante” sta per “abbiamo sc****o”, nel riadattamento per pancine.

    1. Non è chiaro però se si tratti di una storia importante “davanti davanti”, “dietro davanti” o “dietro dietro”. In quest’ultimo caso urge intervento di Annarita con fiore della negatività.

  8. ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah!!!! Sto morendo!!!

    Riepiloghiamo. Destino si è trombato anche la Dama delle Scelte, che improvvisamente scopriamo chiamarsi Amelia, e che la settimana scorsa ha vissuto con lui una storia importante, quasi certamente un’ora nel parcheggio del supermercato preceduta dal fatidico “vuoi che lo tiro fuori” sussurrato da Luigi.
    Nel frattempo, l’altra poraccia prepara la torta dalle mille delizie, sapendo che notoriamente Destino preferirà una bella torta alla fica (dalla quale non è per niente ossessionato).

    Mai avrei pensato che Ornella giungesse a tale livello di sconclusionatezza!!!
    Non vedo l’ora di vedere la trasposizione cinematografica dei ragazzi siciliani!!!

  9. “Io e lui abbiamo avuto una storia importante la settimana scorsa”

    Ma quanti anni dovrebbe avere ‘sta gente? Forse all’asilo si può considerare importante una storia di (meno di) una settimana!

  10. “…e lei emozionata accettò” . Impossibile non scorgere in questo passaggio una palese citazione del “la sciagurata rispose…” di manzoniana memoria

    1. Fra qualche secolo al posto de “I promessi sposi” a scuola si studierà “Timidamente amore”…
      “timidamente” de che, poi?! Qui di timido non c’è nessuno: c’è una povera scema con meno neuroni di un protozoo (che stanno a zero, ricordiamo) e un gruppo di disperate che la danno o si fanno palpeggiare dal primo manzo che passa. E il suddetto manzo, timido non è di certo…

  11. Ahahah LO AVEVO DETTO che la “dama delle scelte” era la ” dama di compagnia” che Destino aveva rimorchiato la prima notte, dopo che la “donna oscura” Sonia lo aveva buttato fuori casa!!! ???.

  12. Ecco! Allora, visto che fa bene ricapitolare: Amelia la strega che ammalia (Gigi) appare pure negli specchi; di tutti tutto sa poiché legge nel pensiero ed è anche un po’ stalker.

    La Dama del negozio sta diventando davvero sinistra…più sinistra della gemella sinistra?
    Docile Sara, ingenua creatura… chissà. Sono un po’ preoccupata per lei.

    1. pensa che io spero finisca nel forno al posto della torta modello strega di Hansel e Gretel….

  13. “abbiamo avuto una storia importante la settimana scorsa” la voglio utilizzare spessissimo d’ora in poi

  14. L’ultimo che ha provato a fermare una ragazza in strada con un “Ciao Sogno!” sta ancora girando dallo schiaffo che ha preso! 😀

  15. Secondo me Amelia è l battona che ha raccattato per strada quando Destino è andato via da quella casa di pazze. Che poi prima dice a Sonia che non è lei che vuole e poi ci esce e se la tromba ma… Ma….non ho parole ma c è veramente gente che vuole pubblicarla?

    1. Ma figurati! Quello è il cervello di Ornella che si è squagliato proprio

  16. FERMI TUTTI, HO CAPITO!
    Sono dei Sims!

    Vivono in un mondo geograficamente limitato a quattro/cinque edifici, con un parco centrale, e un numero limitato di residenti – quelli standard, con cui interagiscono i personaggi che crei tu.
    Le case hanno un numero illimitato stanze, tutte su un solo piano, perché puoi aggiungere muri quanto ti pare purché tu li possa pagare. I colori delle pareti e l’arredamento possono essere quanto di più kitsch mai inventato da mente umana, puoi comprare qualsiasi cosa purché tu la possa pagare.
    Ogni personaggio può flirtare e trombare con qualsiasi personaggio, maschi o femmine indistintamente, fidanzati o single indistintamente, perché l’unica ragione per cui un Sim rifiuta un flirt è se è sposato. Qui nessuno lo è.
    Si assomigliano tutti, sia fisicamente che caratterialmente. Puoi allungare il naso o ingrandire le orecchie quanto ti pare, ma quelli sono i modelli di viso. Puoi assegnare l’aspirazione alla famiglia o alla carriera o a quello che ti pare, ma quelle sono le azioni e le interazioni possibili.
    Il tempo scorre a velocità mostruosa. I giorni durano un paio d’ore del nostro tempo e una vita intera dura circa due settimane del nostro tempo. Una storia di una settimana tra Sims diventa quindi la relazione più importante della loro intera esistenza.
    Se ti presenti a casa di un Sim di notte ti invita dentro anche se l’hai svegliato e l’hai messo di pessimo umore, e se vai a trovarne uno e ti accampi per giorni in casa sua puoi usare la sua cucina e il suo bagno senza che quello ti sbatta fuori.
    Puoi accettare una carriera lavorativa ma non andare a lavorare, per un paio di settimane vieni pagato lo stesso.
    Il cibo che si può preparare usando frigo e forno ha sempre nomi assurdi, tipo “insalata primavera” o “parfait di frutta”. La “torta mille delizie” è evidentemente un piatto di livello alto, quelli che il Sim può creare dopo tanto che cucina.
    Quando ai Sim suona il telefono prima rispondono, poi appare la scritta “hai tempo per parlare con X?”. Il Sim non sa chi sta chiamando finché non risponde.
    Quando un Sim vuole fare qualcosa gli appare un’icona sulla testa, che riappare quando l’azione viene fatta. Sara che sogna una cosa che poi accade uguale uguale, o Giulia che vede la tizia a braccia incrociate e poi quella che incrocia le braccia, mi sa che sono queste icone.
    Ovviamente il “negozio delle scelte” è un qualsiasi posto con dentro un cassettone, il pezzo di arredamento che permette di aprire la schermata iniziale e cambiare i vestiti al Sim.
    Non essendoci bambini ritengo sia una versione molto vecchia del gioco, addirittura la prima o la seconda. Ma essendoci il cane Ornella può aver comprato un expansion pack, tipo Sims Pets.

  17. Stima massima per Luigi Destino. Questo qui in una settimana ha:
    – avuto una storia importante con Amelia, abbordata per strada con una frase che detta da una qualsiasi altra persona meno virile di lui sarebbe risultata patetica.
    – abbordato subito dopo un’altra poveretta per strada dopo averla stalkerata ed essersi alleato con la sua “amica di sempre” per farsi dare una rosa e un orologio che Giulia aveva sul comodino ormai vuoto. L’ha (no scusate la) portata in un parcheggio e poi le ha chiesto se poteva “tirarlo fuori” (non sappiamo come rispose la deficiente, o meglio lo sappiamo ma io non l’ho (lo) capito).
    – la sera stessa sara decide di concedersi (di nuovo?) e lo fa salire a casa di giulia (chi, ospite da una amica, non farebbe salire un uomo incontrato 10 minuti prima?), ma lui incontra sonia che lo caccia
    – la notte incontra una peripatetica per dar sfogo alle sue turpi voglie.
    – la mattina dopo la passa con Sonia (l’avrà ammaliata nei 5 minuti in cui la poverina l’ha cacciato di casa) che porta al solito parcheggio ma le parla di quanto ami il museo. Anche io a 15 anni imparavo poesie idiote di poeti sconosciuti per darmi un tono da intellettuale ma non avevo il successo di Luigi.
    – la sera stessa limona duro Giulia, ma qui è scusato la scambia per la gemella cattiva (o forse buona?)

    E tutte ste ragazze invece di allearsi per farlo fuori (a me mi vogliono uccidere se solo non le chiamo dopo una serata passata a mangiare al ristorante…) si scannano tra di loro per godere ancora delle grazie di Luigi Destino.

    1. Credo che la peripatetica fosse la dama del negozio. Il fatto che Ornella abbia scritto “la settimana scorsa” non deve trarci d’inganno: l’illustre scrittrice ha una concezione spazio/tempo simile a quella dei bambini della scuola dell’infanzia. Nemmeno lei si è resa conto che quanto scritto finora si svolge nell’arco di tre giorni

      1. Io comincio a credere che la storia si svolga nell’Universo descritto da Nolan in Interstellar, dove il concetto di tempo e spazio è puramente relativo.

      2. Questa è una interessante interpretazione. D’altro canto è tipico delle grandi opere il non avere interpretazioni univoche, se ancora ci si interroga sulle terzine di dante, mi sembra ovvio che ci possano essere dubbi su Timidamente Amore, la divina commedia del terzo millennio. L’ambiguità e l’ermetismo sono la cifra stilistica di Ornella, frasi come “il silenzio ai sentimenti” saranno citate tra 50 anni al posto del vecchio e stanco “M’illumino d’immenso.”
        A questo punto la storia importante sarebbe durata mezz’ora circa dall’abbordaggio fino a quando l’ha riportata a casa dopo averle fatto visitare il parcheggio del centro commerciale. Ma si sa l’importanza di una storia d’amore (va be anche quello in macchina in un parcheggio è amore) è data dal prodotto della durata per l’intensità…

      3. Confermo: solo mio figlio piccolo fa più casino coi giorni della grande romanziera

  18. La grammatica mantiene un livello malsano più o meno stabile nel tempo, ma qui è talmente sottoterra che sta in Cina e… niente. Io mi arrendo. Vedere qui la frase del Trono di Spade è un dolore a livello fisico.

    1. Eh, ma considerando che tempo bel mondo di Ornella/Sarà scorre in maniera diversa dal nostro, qualche capitolo fa potrebbe essere anni fa e/o in un’altra dimensione

    2. Senza timori si è slinguazzata destino è visto quando è psayco l amica qualche timore l avrei anche io, soprattutto visto che dorme in casa sua con la gemella Sonia, quelle due potrebbero ucciderla mentre dorme e poi Polly potrebbe mangiare il suo cadavere per nascondere le prove… Io avrei paura

  19. Ma la “storia importante” è una scopata in macchina? Inoltre il caro Destino le aveva solo chiesto il suo nome, che significa “lei emozionata accettò”? Cosa accettò? Quanto romanticismo trasuda da questa lettura. Intanto Sara continua a farsi i cazzi propri a casa delle gemelle. Giulia, a causa di questa storia senza capo né coda, si fa venire pure le allucinazioni. Io rido, ma a pensarci bene c’è ben poco da ridere

  20. Amelia/Ygritte ha 15 anni e sta nel negozio perfetto dei vestiti perfetti, suppongo, per l’alternanza scuola-lavoro: che tenerezza vederla così gelosa per avere avuto una storia importante *la settimana scorsa*, diamine. Roba grossa (magari si, in effetti… a giudicare da quanto successo riscuote il nostro Gigi Destino…).
    Attendiamo con ansia gli sviluppi, intanto tutti su Giallozafferano a cercare la ricetta della torta mille delizie.

    1. Fantastico. È proprio lui, un figo pazzeschissimo, irresistibile!! XD XD XD

  21. Ma ” ciao sogno come ti chiami?” É proprio il classico abbordo del cuozzo !!! Neanche una morta di fame si girerebbe ..e quella è addirittura emozionata…. E cmq Destino sarà anche un morto di figa , ma pure queste stanno proprio a ruota !!!

    1. Oddio, morto de figa mica tanto…. a questo Rocco Siffredi je spiccia casa! 🙂

  22. Ma sto Destino chi cazzarole è? Brad Pitt? Che solo che apre bocca tutte svenute ai suoi piedi?…. sarà colpa dell’alitosi!

  23. Sto leggendo questo capitolo.. “Lo fatto” [cit. Ornella] anche io per Sara!

  24. Arrivati quasi alla fine di questo appassionante romanzo…non c è alcun nulla!
    Torta,balli, fermagli antichi, niente,sono niente, unici punti sicuri e fermi sono due: Polly, grande protagonista e Destino, il grande trombatore (dev essere anche bravo se una botta e via nel parcheggio del super è ritenuta storia importante!)

  25. Visto che qualche genio ha segnalato come spam un post lungherrimo, in cui formulavo l’ipotesi che i protagonisti di questo romanzo fossero in realtà avatar di un “videogioco molto famoso in cui i personaggi hanno dei diamanti verdi sopra la testa” (vediamo se così passa la moderazione), riassumo perché non c’ho voglia di riscrivere tutto.

    Il fatto che in realtà siano tutti personaggi di questo “videogioco molto famoso in cui i personaggi hanno dei diamanti verdi sopra la testa” spiegherebbe
    – il tempo accelerato
    – il numero ridotto di concittadini
    – le planimetrie domestiche infinite e le stanze ammobiliate alla fiera del kitsch
    – la propensione alle relazioni romantiche con chicchessia e la velocità di cuccaggio
    – i cibi con nomi assurdi
    – l’assenza di minori.

    Quindi la mia teoria è che Ornella stia scrivendo una fanfiction riguardante una famiglia da lei creata in quel “videogioco molto famoso in cui i personaggi hanno dei diamanti verdi sopra la testa”.

      1. No, non rientrava in quei quattro punti, per questo ho detto che qualcuno l’ha segnalato. Il “”videogioco molto famoso in cui i personaggi hanno dei diamanti verdi sopra la testa” era nominato una decina di volte, avrà dato fastidio a un fan del Nintendo ;P

        Il forno secondo me Sara non l’incendia più, un piatto dal nome “torta mille delizie” deve essere di livello alto.
        Più che la scomparsa della porta del bagno aspetto con trepidazione la costruzione di muri attorno al personaggio, con conseguente decesso e apparizione di fantasma xD

        Approfitto per aggiungere una voce all’elenco (metti mai che modificando il commento non passi più la moderazione)
        – le chiamate e i messaggi nel completo anonimato: nel gioco solo quando si risponde al telefono si scopre chi è che rompe.

  26. Sara fa una torta per riconquistare Destino? Ma nemmeno in uno spot degli anni 50 sarebbero arrivati a tanto…

  27. Più che dal capitolo, sono stato colpito dai commenti, ho notato che vanno tutti in una specifica direzione segno che più o meno abbiamo avuto tutti la stessa impressione: Ornella, l’autrice, ha 11-12 anni, probabilmente ripetente, comunque con un grosso debito in italiano. Quello che lei racconta è quello che le succede a scuola ma immaginato da lei nella vita adulta. Ed allora si spiega tutto: la grammatica sconclusionata, la storia senza filo logico, le dinamiche assurde tra i personaggi che “sembrano” avere 12 anni ( Destino che deve essere il bulletto fighetto che un giorno si bacia una compagna di classe ed il giorno dopo un’altra, le compagne di scuola gelose, il ballo/festa di fine anno ).
    Ed un caso è risotto per l’ispettore Derrike

    1. Aspettate tutti…io ci lavoro, in una scuola media. Posso assicurare che le mie ragazze non sono così deficienti!

      1. Non so provato a comprare una tastiera nuova su Amazon ma sembra sprovvista pure quella 😀

      2. Domani vado nella via delle novità e cerco il messer delle scelte così mi informo affettuosamente se è disponibile o no 😀

  28. “Io e lui abbiamo avuto una storia importante la settimana scorsa”. Mah, un storia importante in una settimana non riuscirebbe ad averla neppure un’adolescente. Del resto da una che si fa conquistare da un “Ciao sogno come ti chiami?” che penso sia la frase d’approccio più brutta che abbia mai sentito, non potevo aspettarmi nulla. Menomale che Sara decide di preparare con Polly questa fantastica torta. Mi domando quali siano gli altri ingredienti .La mia idea che si tratti di una setta satanica si rafforza ad ogni capitolo.

    1. Io, invece, mi domando quale sia stato il contributo di Polly! ? ? ? Avrà mescolato gli ingredienti con le zampette??

      1. Ma secondo me Polly è parte della ricetta…io leggendo ho capito così.

  29. Assumendo che il gran finale vedrà Sara ricevere l’agognata dose di gioia, a Giggi rimangono sette capitoli per ciul avere storie importanti con le rimanenti comparse del romanzo. Escludendo Polly, se la memoria non m’inganna, dovrebbero rimanere la cameriera del “negozio di caffè”, lo sconosciuto che cerca la figlia al parco e (perché no?) la figlia medesima.
    Direi che Ornella ha ancora spazio per tirar fuori dal cappello altre quattro faciline!

  30. “la torta mille delizie […] era la sua specialità per conquistare un cuore” non deve funzionare tanto, visto che risulta essere sola…poi: ma va al ballo CON LA TORTAAAA?! L’ha scambiato per la festa di fine anno dell’asilo?!
    Ma pure quest’ultima mentecatta?! Che ha avuto una storia importante con Luigi-carta moschicida-destino? E che è svenuta ai suoi piedi per una frase da giornalino “cioè”?
    Sempre peggio…

  31. “Ciao sogno, come ti chiami?”
    Qui nel sud Sardegna il repertorio del gaggio include:
    1) “Ciao, ci conosciamo?”
    “No”
    “E allora ti posso conoscere?”
    2) “O fiore, ti posso cogliere?”

  32. Tanto incredula e tanto attonita pare
    La mente mia quand’ella ad Ornella s’appresta,
    Che ogne grammatica divien tremando muta,
    E il Manzoni non l’ardisce di guardare.
    Ella si va, sentendosi complimentare,
    Ovviamente di petalogia vestuta;
    E par che sia cosa venuta
    Da Google per noi ad aritmia generare
    Mostrasi sì sconclusiona a chi la mira,
    Che dá per gli occhi un colpo al cuore,
    Che intender davvero non può chi ci prova;
    E par che dal comodino di Giulia si mova
    Una frase soave e pien d’amore,
    Che va dicendo alla dama: «ciao sogno !».

    1. sei un genio!!!!! a “Ovviamente di petalogia vestuta;” ho riso 10 minuti senza sosta…..

  33. Io sono preoccupata per la cagnolina: Sara decide di preparare questa torta, che dovrebbe magicamente conquistare il cuore di qualcuno, quando non ha testimoni attorno e la prepara con Polly.
    Non “insieme a” Polly.
    Ornella sta nascostamente instillando la magia nera con sacrifizi rituali nelle giuovani menti delle sue affezionate lettrici! Anatrema*! Anatreeeeeeema* su di lei!

    *(Cit.)

  34. Una torta mille delizie? Cioè? Si improvvisa Prof. Utonium e butta nel pentolino gli ingredienti di ogni genere di dolce e vediamo che ne esce? XD

  35. Stamattina ho trovato un nuovo annuncio di lavoro su Kijiji.
    “Negozio Perfetto cerca Dama delle Scelte con esperienza. Skill necessarie: telepatia con le clienti, e massima disponibilità a intraprendere importanti storie d’amore di 3 giorni con uomini ganzi. Astenersi perditempo.”

  36. Un mega troiaio sto romanzo; l’unico filo logico è che ci sta un solo uomo che se l’è bombate tutte men che la protagonista (sfigata), pure Polly secondo me non si è salvata.
    Pensa te che fantasie girano in quella testa di Ornella (che a giudicare da come scrive, di spazio vuoto da riempire deve averne parecchio)

I commenti sono chiusi