Elisabetta la plurilaureata – prima puntata

Questo giorno lo attendevamo da un po’, ma alla fine è arrivato: qualcuno ha posto un quesito alla plurilaureata Elisabetta che, ricordiamolo, in base al REGOLAMENTO DI SABRINA, è laureata in giurisprudenza, medicina e psicologia. Una mamma invia alla Sabry un quesito da parte “di un amica” (sempre la famosa amica, che era anche la proprietaria delle sigarette che i miei mi trovavano in tasca al liceo) per l’avv. Elisabetta. Avvocato che mi ricorda tanto la nostra “Cinzia” di due anni fa, l’avvocatessa psicoterapeuta di Mamme vegane contro l’invidia. Bei tempi quelli.

31 pensieri riguardo “Elisabetta la plurilaureata – prima puntata”

  1. Se Dracula dovesse incontrare questa mamma, probabilmente scapperebbe via, data l’abilità di lei a succhiare via i soldi…

  2. Già la vita del camionista non è un bijoux… se ci si mettono pure gli avvoltoi…

  3. “E la sera cena sempre poco”.
    E grazie al cavolo gli rimangono 350€ al mese per benzina, assicurazione, vestiti e barbiere, metà delle utenze, ci credo che mangia poco, non ha i soldi per farlo!
    E questa chiede pure di più.
    Non capisco se è più cattiveria o stupidità.
    Probabilmente 60% e 60%. Si, la somma fa 120%.

    1. Scherzi vuoi mettere lavorare,con la vita della casalinga “con le cosce a cavallo”
      Come diceva una mia conoscente che aveva l’idea di sposarsi fare 2 figli e poi divorziare e “spennare” il pollo… brrr..
      Ma chi mi fa più schifo é sta Elisabetta..Vomitevole

  4. Come ridurre sul lastrico il povero marito, che non ha più diritto della casa dei suoi genitori.
    Consiglierei al poraccio di imparare a fare la fotosintesi, così potrebbe dare tutti i soldi all’ex moglie.

  5. Ogni volta che succede questo , muore un manuale di istituzioni di diritto privato . Salva un manuale di istituzioni , mandando una mail a : [email protected]
    Anche tu puoi contribuire a salvare il diritto italiano.

  6. No vabbè ma povera mamma, l’ex marito potrebbe anche trovarsi un secondo lavoro e quantomeno vendersi un rene (tanto ne ha due).

  7. “il fattore di crescita” ….qui si vede che è plurilaureata e le lauree cominciano a mescolarsi nel suo cervello…ha scambiato la famiglia per una coltura cellulare

  8. “E la sera cena sempre poco”. È già denutrito, facciamolo finire di morire d’inedia, tanto è solo il padre dei miei figli, suvvìa.
    P.s. sì, mi ero confusa con Cinzia. A queste la precedente figura di menta non è bastata, gliene serviva un’altra.

    1. Ma no Valeria,come é noto a cena bisogna stare leggeri, (mica come me che magno a 4 palmenti..).
      Nonostante il divorzio,é lampante il fatto che lei ha cura ancora di lui. Per questo vuole spingerlo a diventare Respiriano crudista, così potrà in futuro darle anche i ticket, che a lui non serviranno più. Non é bellissimo? Esatto.

      E visto che risparmierà davvero molto così, é giusto che aumenti il mantenimento di lei, che non può pagarsi quelle statuine in latte materno così belle che ha visto, o il corso di petalogia.
      Bisogna essere equi, lui i soldi che avanzano come li impiega in fondo? Li scialacqua; si veste paga metà dellle bollette, e metà affitto al cugino, e orrore compra cibo.
      Pensa se oltre a respiriano, poi andasse per caso a dormire nel camion, quest’ uomo viziato, sarebbero ulteriori 350 risparmiati come minimo, da dare a lei ovviamente.

      Ora vado che sto avendo un travaso di bile, pensando alla risposta di Elisabetta, alla quale auguro tutto il cagotto del mondo.

      https://uploads.disquscdn.com/images/87cd6bf3070063bec59c4f56fdba3147b2a04b62d3a7e91ae0b9cbc581f1fd62.jpg

  9. Facciamo 2 conti.
    1500 – 200 x 3 – 350 resta un capitale di 550 euro mensili con il quale deve mangiare, presumibilmente pagare meta’ delle utenze domestiche, aggiungiamoci i costi della macchina ecc. Secondo me, se al marito arriva una multa da 10 euro va in mano agli strozzini per pagarla!
    E comunque la nostra plurilaureata e’ davvero brava a cercare con google:
    https://www.studiocataldi.it/articoli/18652-come-e-quando-si-puo-richiedere-l-aumento-dell-assegno-di-mantenimento.asp

    1. io temo che si debba considerare 1500 – (200×4), lei parla di 200 € per uno “a me e ai bambini”… queste persone sono orribili, mi fanno vergognare di essere una donna >_<

      1. Ah giusto.
        Quindi il capitale si riduce alla iperbolica cifra di 350 euro al mese.
        Ma che andasse a cercarsi un lavoro, sta stronza, invece di cercare di spillare altri soldi al suo ex marito.

      2. Consideriamo che in Italia una donna con tre figli, che dovrebbe lasciare a qualcuno durante l’orario di lavoro e che avrà sicuramente fatto la casalinga fino a ieri, fa prima a vincere al superenalotto che a trovare lavoro. Ma questo non la autorizza a vendersi gli organi dell’ex marito al mercato nero, santapolenta! E quell’altra sedicente laureata di sta cippa che le dà pure corda.

    2. Se “200 euro a testa” vuol dire 800 (lei + 3 figli) a lui restano 350, non 550.

    3. E tra l’altro lei parla di 1500 euro mensili…ma non definisce se sono lordi o netti. Considerando che lavora in una ditta di trasporti può anche essere che tali 1500 siano lordi (a occhio e croce netti sarebbero circa 1100, se non qualcosina di meno), e quindi ancor meno soldi nell’equazione…
      1100 – (200*4) – 350 = -50 euro…ora, non so se la cosa sia giusta o meno, spero veramente che siano netti quei 1500, altrimenti il marito si copre di debiti per pagare sta mentecatta

  10. Vorrei sul serio che questi leggi sempre a favore delle mamme cambiassero. Questa signora potrebbe lavorare tranquillamente, ma invece ha tolto la casa all’ex marito, gli toglie buona parte dello stupendio e vorrebbe anche farsi pagare più alimenti? Sono disgustata. Lasciamo poi perdere Elisabetta.

  11. Cara anonima, se lo costringi a dormire sotto un ponte e cenare alla mensa della caritas ti rimangono altri 700 €.
    Qua le lauree multiple con triplo salto mortale di Sabrina sono nulla rispetto all’avidità di Anonima Amica.

  12. grazie per avermi fatto venire i BRIVIDI… leggere post cosi non fa altro che alimentare la mia felicità di aver scelto di stare ( sentimentalmente) da solo

  13. Maddiosanto! Questa non è nemmeno cattiveria, ma bastardaggine allo stato puro. Queste frustrate non conoscono vergogna. E la demente Elisabetta che si spaccia per avvocato, scopiazzando a destra e a manca, come qualcuno ha fatto notare, conclude il suo intervento con la faccina sorridente. Mi stanno saltando le coronarie, giuro; sono una pacifista, ma io ficcherei due sberloni ad entrambe, a mano aperta. E un calcio negli stinchi, per sovrappiù

  14. Strano però, è sempre “un’amica” a chiedere cose che non stanno né in cielo né in terra, anche questa anonima si rende conto di quanto sia vergognosa la sua richiesta.

  15. Questa Elisabetta pare si trovi perfettamente a suo agio con gli sciacalli…che sia laureata anche in veterinaria?

  16. Dunque, il marito ora vive con il cugino. Scommetto che il cugino ha la cadenza e la pancina non se n’era accorta.

    Battute a parte, questa già vive nella casa dei defunti suoceri che – immagino – sarebbe di proprietà del marito, e ciò nonostante vuol mettere le grinfie anche sui residui 350 €/mese che rimangono a sto poraccio??? Meno male la pancina si affida alla New Cinzia, così c’è speranza che non becchi un centesimo.

    1. no temo, il nostro è camionista e guadagna 100 euro in più..
      Però mi sa che é un vizio per le pancine sta tattica..
      sanguisucacazzi è da inviare all’ accademia della crusca. Se è passato petaloso..

  17. Ok, la tizia è una stronza, però anche voi che commentate belli tranquilli “trovarsi un lavoro no?” pare siate appena caduti dal pero.
    Ha come minimo 30 anni, ha tre accidenti di figli a cui badare (non uno, non due, ma TRE, provateci voi), la casa non la pulisce certo il tornado che entra dalle finestre, e molto probabilmente ha zero competenze perché è la classica bella che viene sposata da quello “no, te non devi lavorare, penso io a tutto, tu sforna figli e fammi trovare pronto”.
    Certo, domani esce di casa e le offrono un bel contratto a tempo indeterminato, minimo minimo 1500 euro al mese, e pure con gli orari super flessibili per poter stare dietro alle faccende e a tutti i giri dei pargoli. Buonanotte!

    1. esistono corsi di formazione gratuita, e la mattina quando i figli sono a scuola può eventualmente fare le pulizie.

  18. Gli restano 350 € perchè se ho capito bene da € 200,00 anche alla ex..?????????!!!! Ma vuole mandarlo sotto un ponte o preferisce trovarlo impiccato da qualche parte?

I commenti sono chiusi