57 pensieri riguardo “IL SEGRETO DI PATRIZIA CAP 11 – “La confessione””

  1. E patrizia il giorno dopo scoprirà che mo’ deve fare un matrimonio riparatore xD comunque ho i miei grandissimi dubbi sul fatto che qualcosa l’abbia ‘portata ad essere donna’ visto che ha grossi problemi a qualificarsi anche come homo sapiens.

    1. Problemi a qualificarsi come donna … articoli e pronomi sono tutti al maschile… ribrezzo… brrr

  2. Io non voglio esporre critiche alla mia scrittrice preferita, ma durante la mia prima adolescenza sono stato cattolico praticante, scout, chierichetto e chi più ne ha più ne metta e a leggere la scena mi chiedo: ma Ornella ha mai assistito a una fottutissima confessione? Oppure il prete ha una tale considerazione di Patrizia come “scema del villaggio” che non appena si presenta da lui urlando “uno sconosciuto poco fa mi ha inchiavardata”, lui dice “va bene, va bene, ti assolvo, basta che ti levi di ‘ulo”?
    Poi vabbè, anche il prete ha un ufficio? Tanta invidia, a me tocca lavorare in open space… Preferisco sorvolare sulla rondine che si posa sulla croce, stile Marcellino Pane e Vino, e sul significato oscuro ed esoterico del commento “ene a confessare”.
    Infine, la cosa più inquietante, cosa diavolo ci fa Agata dal prete nascosta dietro ad una porta segreta? (Segreta per chi, poi, che la prima stronza che arriva ci si infila?) Cioè, la sorella è via da qualche mese e lei la stava aspettando dal prete? Cioè, da quanto tempo esattamente è lì? La loro casa è collegata all’ufficio del prete? E cos’è questo complotto contro Patrizia? Il ragazzo dell’episodio prima è don Luca travestito? Sono stati gli alieni? Aspetto con ansia l’episodio 12..

    1. I preti che ho conosciuto io avevano tutti l’ufficio. E che uffici! Tutti mobili di legno massiccio, tirati a lucido grazie alle instancabili “signore di chiesa”, con olio di gomito e cera d’api.

  3. Meno male che rientrava nella sua terra vestita e non nuda, anche se sarebbe stato meglio se fosse entrata “sotto” terra.
    L’uomo che le ha detto delle cose le aveva solo chiesto alcune indicazioni, ma lei al prete non lo dice: queste sono omissioni cara Patrizia, anche per questo si finisce all’inferno, se non erro.
    Perché in chiesa c’è una porta segreta? Cosa succede oltre quella soglia e cosa ci faceva Agata lì dentro? Forse lo scopriremo domani insieme a quella psicopatica di Patrizia

    1. Racconto basato su una storia vera veramente. Qualche settimana fa mio
      figlio era ricorverato in ospedale, lo hanno operato per un’occlusione
      intestinale e doveva osservare il digiuno più assoluto. Il cappellano
      dell’ospedale era un francescano dalla simpatia irresistibile e dal
      senso dell’umorismo notevole, che stimava molto mio figlio perché era
      riuscito a spiegargli il funzionamento di non so cosa sullo smartphone,
      immagino fosse you porn ma non ne ho la sicurezza assoluta. Insomma, la
      domenica mattina Fra Reparto passa con l’ostia consacrata, giuro che mio
      figlio l’ha guardata come se fosse un piatto di spaghetti, aveva una
      fame che anche quella avrebbe aiutato. Io gli dico che non può
      comunicarsi perché il primario gli ha vietato qualunque cosa, anche un
      sorso d’acqua, quindi non mi fido. Al che lui decide di comunicare me.
      Io svicolo adducendo che sono sposata solo civilmente, iraconda e
      lussuriosa e che non mi confesso da millenni. Lui mi annuncia che sono
      assolta sulla fiducia e, approfittando della mia espressione di stupore,
      mi caccia l’ostia in bocca. Mio figlio sta ancora ridendo.

    2. “rientrava nella sua terra”.
      La zozzona è una proprietaria terriera. Non mi stupirei avesse una casa con 64 stanze 12 piani e serra + eliporto sul tetto come le sceme di Timidamente Amore.

  4. Ok, con il capitolo precedente Ornella ci ha illuso, pensavamo tutti stesse portando “il seme della rivoluzione sessuale” tra le pancine, invece subito dopo troviamo Patrizia che corre a farsi confessare dal prete e le commentatrici perdonano l’autrice.
    Chissà cosa si sarà inventata quella che legge il “romanzo” alle amiche della figlia (“Prete, devo confessarmi: ho mangiato un gelato in compagnia di un uomo!”)
    Don Luca, che ormai la conosce fin troppo bene, decide di darle l’assoluzione a tempo di record, senza nemmeno un’ave Maria o un padre nostro: meglio sbarazzarsene prima che gli venga in mente qualcos’altro, e poi c’è Agata che aspetta.

    “Un uomo mi ha detto delle cose” indicazioni stradali “e mi ha portato ad essere donna” ma veramente hai fatto quasi tutto tu.

  5. Ma che brava Ornella a rigirare i capitoli in modo da ottenere il consenso delle nostre pudiche e virtuose pancine. Ma il romanzo non era già scritto? Perché a me sembra che segua un po’ quello che le viene imposto dalle altre. Da una parte è meglio così, non oso immaginare cosa passi nella sua mente quando scrive… probabilmente niente, solo lo statico della TV.

    In ogni caso sto iniziando a perdere il filo del discorso, e a leggere i post di sta pagina con questa faccia. ↓ https://uploads.disquscdn.com/images/fa30e9ad289094a0f822632b6b0bd998a7f749af775894ce3fb42a52328d6276.jpg

    1. Sta scrivendo una specie di “libro game”. Ve li ricordate? Potevi scegliere, tra alcuni scenari alternativi, come andava avanti

  6. Secondo me la Vate a suo modo soffre di eiaculazione precoce: non si spiega altrimenti la durata di 3 secondi netti di tutti i suoi “capitoli”. Un intero romanzo potrebbe rasentare quasi i 5 minuti…un record!

  7. facciamoci sbattere da chiunque e poi andiamo a confessare il tutto al prete per aver la coscienza pulita dai

      1. Sì, per la religione è meglio rubare una bicicletta e andarsi a confessare piuttosto che non rubarla affatto

  8. Vorrei proporre un’analisi approfondita del testo anche per gli studenti della prossima maturità che dovranno analizzare il testo della Vate alla prima prova.

    La parola che cerca Patrizia è solo una: “SPORCACCIONA” … che viene declamata dalle campane che la riportano sulla via perduta … come le briciole di pane per Pollicino.
    Il prete è inqueitante … ma non ce l’ha una canonica? VIve in chiesa aspettando questa mentecatta che pensa di giustificarsi dando la colpa all’uomo che le avrebbe detto delle cose? Patrizia l’uomo ti ha chiesto dove fosse “Via Roma” e non “Via Soffocone sulla panchina”.
    Patrizia saluta con un inchino e prima fa le reverenze … tesoro mio o vivi nel medioevo oppure stai provando la parilla ma diccelo almeno impariamo anche noi i movimenti.

    Infine Agata, che posseduta da Rossella O’Hara, fa una profezia alla “domani è un altro giorno”, era andata dal prete mesi fa ed era rimasta intrappolata dietro la porta segreta?

    Quanti misteri e siamo ancora a metà libro!!

  9. La verità è che domani Patrizia verrà internata. Non vedo altre ragioni per farla tornare da dove si era rifugiata per lenire le sue pene d’amore (immaginario).
    Sul “colpo di scena” della confessione è superfluo qualunque commento, ad ogni modo don Luca non l’ha assolta (anche perchè il peccato confessato da Patrizia è incomprensibile in italiano), ha solo scelto la formula più efficace per levarsela di torno in fretta.
    Invece le pancine l’hanno considerata una vera confessione: erano tonte pure alle lezioni di catechismo? Dove diamine sono cresciute? E Ornella ha mai parlato con un prete in vita sua? Bah…

    1. forse erano abituate alla formula “e se vuoi l’ assoluzione… tira forte ‘sto cordone”

    2. Immagino Don Luca che dice tra sè e sè “Ma che cazzo vuole questa?” mentre GLI impartisce l’assoluzione.

  10. Patrizia scoprirá che Luke Skywalker è suo fratello, a cui ha appena fatto un soffocotto, ed il prete è Darth Vader travestito, che la ha appena assolta dall’incesto.
    Un colpo di scema dopo l’altro.

  11. Ma a tutte queste bigottone non sembra strana una confessione a cazzo in uno studio, con assoluzione immediata, senza nemmeno un’avemaria, un padrenostro? È evidente che se la vuole togliere dalle palle per tornare a giocare con Agata. Comunque la sciroccata arriva senza nemmeno salutare, entra come fosse a casa, si comporta come se fosse il centro dell’universo e tutti dovessero occuparsi sopra ogni altra cosa delle sue faccende…ah, già, lei è Patriziaaaaa!! Da mesi di rosso vestita.
    Sono allibita dal fatto che Ornella citi il rosone! Ornella SA cos’è un rosone!
    Sorvoliamo sul solito andamento a zigzag dei tempi verbali e sull’ostinato uso del pronome maschile “gli” riferito a Patrizia.
    Ma c’è una cosa che mi ronza dalla settimana scorsa: Patrizia è andata due mesi al mare…ma anche il paese dove vive era sul mare, all’inizio della storia! C’è stato un drammatico arretramento della linea di costa o Ornella non si ricordava?

    1. Confesso anche io il mio stupore di fronte all’utilizzo della parola ‘rosone’, sono cose che non ti aspetti. Per fortuna ha scritto che i raggi del sole entravano ‘nel’ e non ‘dal’ rosone, altrimenti mi sarei seriamente preoccupata

      1. che conoscesse un Rosone ha lasciato basito anche me, mi aspettavo più un “quel coso tondo su in alto sulla chiesa”

    2. “È evidente che se la vuole togliere dalle palle per tornare a giocare con Agata.” mi ha fatto schiantare.

    3. a causa della tettonica e della faglia di S. Andrea il paese è arretrato di corca 6/8 km e quindi lei è dovuta andare al mare… più mare! oppure è come Atene e il porto del Pireo o forse la nostra Vate è una demente con un cervello alla “ciprino dorato” che resetta ogni 3 minuti.
      La cosa invece che mi preoccupa è: ma Patrizia….due mesi…. visto che dormire senza è da scostumate (ma fare una pompa al primo che passa va bene, ma questa è un’altra storia) le mutande… le ha mai cambiate o lavate??

    1. https://en.wikipedia.org/wiki/Dio#Abbreviations
      Potrebbe essere l’abbreviazione di Defence Intelligence Organisation. Immagina il colpo di scena: Patrizia non è stata veramente assolta perché Don Luca non è un prete ma un agente segreto sotto copertura, come la prenderà Dio con solo l’iniziale maiuscola (Ronnie James, chiaramente)?

  12. La rondine sulla croce. Sono una brutta persona. Ho pensato che, tempo cinque secondi, una ziodda di chiesa dovrà armarsi di scala e straccio e pulire la croce dal guano.

    1. Io ho pensato peggio visto che a 13 anni alla cresima di una compagna eravamo tutte in fila a fare la foto sotto la porta della chiesa e indovina a chi è arrivata la merda di piccione in testa??? ?

  13. Vabbè si va a confessare…ma quando ho letto “la giovane donna vestita” mi è finita la simpatia che avevo vagamente provato dopo gli attacchi delle pancine e mi sono pure inferocito peggio che Charles Manson: voglio diventare il serial killer della brava scrittrice!
    Manco fa più la fatica di scrivere “di rosso vestita”…”vestita” basta e avanza!
    Ora io capisco l’analfabetismo imperante fra le mammine, ma qui si esagera!
    Evito ogni commenti su “Prete”, la sorella che ascolta le confessioni ecc. Roba da scomunica…e poi fanno pure le cristiane: una pure si complimenta per la confessione; ma scherziamo?
    Ora Sig. Distruggere, o mi dici nome e cognome di ornella, o divento il tuo stalker!

    1. Suppongo che l’anal-fabetismo sia un genere di scrittura in voga tra le pancine che lo prendono dietro-dietro.

  14. Grammatica sconclusionata e siamo tutti d’accordo su questo mi pare
    Patrizia è sempre un uomo perchè le campane GLI indicano…
    non ho capito poi cosa sia “la via perduta basta” ,,,
    Ma andiamo oltre… Ha idea la nostra Vate che un parroco NON può dare una assoluzione così?
    e comunque cosa gli dici così? “Prete, ho fatto una pompa a uno che mi chiedeva una informazione!”
    più che assolverla se era Livornese le avrebbe detto “Boia deh, popo’ di budello he ‘un’ tu’ se’ artro!!”
    Lui invece “Ti assolvo” va beh questa chiesa moderna…
    La chiesa si colora di Rosso e verde…. e qui esendo a pochi giorni dalla Giostra del Saracino ringrazio la Vate per aver scelto i colori del mio rione… ma a parte quello…. una cagata pazzesca!

    poi… la rondine che si posa sulla croce… ma via… avesse scelto un colombaccio, ma una rondine… SU!!
    e ancora la sorella e il prete in combutta?? e il segreto?? Sarà figlia del prete??
    avrà sbombolato un parente??

    Capitolo inutile ed insulso come un buco del culo in un gomito!

    1. ? ? credo non ci fosse un modo migliore di recensire questo (e gli altri) capitolo della tua chiosa ? ?

    1. Trattasi di un’arguta metafora della Vate per indicare “la retta via”, ovvero “la via rettale”, che la ninfomane di rosso indumentata scoprirà in una delle prossime panchine.. . ops! in una delle prossime puntate. ?

  15. Sembra un testo dei Verdena a cui sono stati aggiunti errori di sintassi, punteggiatura, e lessicali

  16. Tratto da una storia vera:

    Un’aspirante pancina va da Don Luca a confessarsi.
    “Don Luca, ho molto peccato.”
    “E cosa hai fatto, figliola?”
    “Ho fatto una sega al mio ragazzo.”
    “Non ti preoccupare, figliola, non è poi così grave: recita tre Ave Maria e lavati la mano con cui hai peccato nell’acquasantiera.”
    Dopo 5 minuti di accurate abluzioni alla mano, la ragazza si sente toccare le spalle. Si gira e vede una donna di rosso indumentata che emana un afrore come se portasse lo stesso vestito da due mesi, e che le dice sbuffando:
    “Ahò spicciate che devo fa’ i gargarismi”.

  17. Ornella ormai non scrive più nemmeno il colore del vestito, si preoccupa solo di far sapere che almeno Patrizia non va in giro nuda, cosa che non ci stupirebbe per niente viste le sue attitudini.

I commenti sono chiusi