DISNEY FARÀ CAUSA A LADY DISAGIO?

Oggi non si fa che parlare di questa signora, Selene Ticchi D’Urso, e della sua divertentissima t-shirt, sfoggiata a Predappio ieri, con la scritta Auschwitzland. Giusto per creare un parallelismo becero tra il più noto dei campi di concentramento nazista e un parco divertimenti per bambini. Pare sia stata criticata addirittura da Forza Nuova e dalla Lega, non ci avrei mai sperato. Inoltre, forse, arriverà per noi poveri babbani una magra consolazione.

In Italia, in teoria, gesti come il saluto romano e manifestazioni idiote come quelle della signora Selene, dovrebbero essere punite a norma di legge. Vedremo nelle prossime ore se la Magistratura si mobiliterà, ricordo, non molto tempo fa, di quel funerale a cui presero parte dei nostalgici del ventennio, che salutarono la salma con il saluto romano, in 23 furono denunciati due giorni dopo.

Arriva però da Twitter (puoi seguirmi anche lì cliccando QUI) la notizia che Disney avrebbe ricevuto segnalazioni da varie parti sull’accaduto e, probabilmente, avvierà un’indagine per verificare se la fantastica t-shirt della signora Selene compromette il suo copyright e la sua immagine.

Su su, Selene cara, magari sulla prossima potrà scrivere “Bancarottaland“. In genere queste grosse azienda chiedono risarcimenti milionari, vedremo…

 

24 pensieri riguardo “DISNEY FARÀ CAUSA A LADY DISAGIO?”

  1. Sarebbe meraviglioso se ciò accadesse, ma ho paura che a pagare le spese sarebbe soltanto chi la maglietta l’ha stampata e non anche lei

    1. che è anche meglio. La vendita di quelle maglette abominevoli va fermata, vanno colpiti quelli che le pensano, quelli che le stampano e quelli che le vendono.
      Colpire sta mentecatta è l’ultimo dei problemi, anche perchè mi pare che il Padreterno si sia già accanito abbastanza.

  2. Per quanto uno possa avere il gusto dello humor nero, e io ne ho parecchio (da Franquin e le idees noires, a charlie hebdo anche quando picchia parecchio sotto la cintura), e chi scrive è anche uno che manda in culo gli SJW , e l’ondata di peloso perbenismo che monta oramai da anni, perché puzza di censura e di zelotismo.
    E resto legato al principio, che per quanto idee altrui, ideologie altrui, facciano schifo nessuno possa avere il diritto di censurarle, combatterle si, a sangue, censurarle no.

    Onestamente quella maglia è una cazzata imperiale, fa cagare, come colei che lo indossa che ha quel fascino, che solo i bidet in uno squat possono avere.

    La scusa usata per giustificare la maglia non tiene…
    C’è differenza fra quella maglia e lo humor nero, l’ultimo fotografa da sempre l’oggi, picchia sempre su qualcosa di contemporaneo, agghiacciando la persona, facendola incazzare, contestualmente facendola pensare,e esoricizzando quella cosa.
    Quella maglia no, mi fa solo pensare che chi la indossa sia cretino.

    E bene fa la Disney a farle causa, e a toglierle anche le mutande, (ecco l’immagine di quella senza mutande, si che mi fa venire i brividi..)

    Io in più la farei prendere a schiaffoni da Pippo per almeno 2 ore,

    1. Modalità cazzeggio ON: 38 e mezzo?? Considerando che sei un maschietto, praticamente in fin di vita!!! XD XD XD
      Modalità cazzeggio OFF: pensa che la tizia si era pure candidata a sindaco, tanto si crede intelligente, ricevendo ben 136 voti (considerando i parenti stretti, 130 erano ingiustificati…)

      1. Non posso e non voglio pensare che si possa essere normodotati e ragionare come questa invasata. Non so, forse è incappata in qualche omogeneizzato adulterato, da piccola. A volte anche uno zio che ti porta i funghi che ha raccolto, senza averli fatti controllare all’esperto dell’ASL, può rovinarti la vita. Dev’essere successo qualcosa. Deve.

      2. vedevo la luce… poi mi sono accorto che stavo guardando la lampada.
        E comunque si, confesso, mugugno già a 37.5 come da tradizione, a 38.5 faccio testamento di solito, e a 40 sorprendentemente divento iperattivo, (provato, giuro ero peggio di mastro lindo..).
        Comunque secondo il British medical journal è colpa del testosterone se noi uomini soffriamo tanto la febbre.. tzk.

        Tornando a bomba..
        Sai che bella sindaca veniva fuori? Questa messa in un qualsiasi posto di potere farebbe ricordare con affetto Borghezio.

  3. Bisogna capirla. Il cervello della signora è andato anni fa in vacanza a Disneyland e si è trovato così bene che non è più tornato. Quando ne ha cercato uno in sostituzione, ha incontrato questo tizio
    https://goo.gl/images/k5WhGh che ne aveva uno da dare via…il cervello di un tale A.B.Normal.

  4. Beh considerato che Walt Disney era un grande antisemita hanno un bel coraggio a fare causa (forse aveva anche ragione perché gli ebrei di Hollywood cercarono sempre di danneggiarlo e distruggerlo)…per il resto trovo gli atteggiamenti disney del nuovo millennio parecchio politicizzati e per certi versi inadatti ai bambini poi magari mi sbaglio ma non paragoniamo Hannah Montana a Pinocchio ,giusto per fare un esempio!

    1. Basta un semplice Google per dimostrare che questo antisemitismo da te citato non ha alcun fondamento dimostrato. Qui mi permetto di esprimere un idea PERSONALE: una persona con tale sensibilità d’animo e poesia nella sua arte NON PUO’ avere dentro di se tali concetti.

      1. Oggettivamente non ritengo google una fonte di sapere abbastanza degna…forse erano accuse che giravano ad Hollywood per metterlo in difficoltà, ma rimane il fatto che erano stranote, così come fosse un maccartista convinto informatore FBI per denunciare peesonaggi del mondo dello spettacolo sospetti comunisti.
        Concludo, non è perché uno è buono e intelligente non possa avere sullo stomaco certe categorie di persone. Suppongo Bono Vox non ami gli inglesi ma non per questo è un terrorista dell’ira…Io ad esempio detesto in genere gli svedesi, sono un mostro?

      2. Non erano stranote, derivavano da un unico libro, scandalistico, e dal fatto che accolse la Riefenstahl che era andata negli Stati Uniti a presentare Olympia, il film/documentario sulle olimpiadi di Berlino (lui successivamente dichiarò di non sapere che fosse l’autrice di filmati di propaganda nazista, d’altronde Olympia mostrava con uguale riguardo tutti i vincitori di Berlino, inclusi Jesse Owens e altri atleti di colore ed era stato commissionato dal CIO); viceversa, il gran numero di collaboratori ebrei all’interno della Disney, il fatto che donasse a molte istituzioni ebree e il fatto che una delle logge della B’nai B’rith che combatte l’antisemitismo dalla sua fondazione lo avesse indicato come “uomo dell’anno”, direi che sono molto indicative.

        Un articolo ben documentato che parla di quanto le accuse di antisemitsmo fossero non solo infondate, ma anche abbastanza ridicole:https://www.mouseplanet.com/10605/Debunking_Meryl_Streep_Part_One
        nei commenti alla seconda parte di questo articolo, reperibile al link https://www.mouseplanet.com/10606/Debunking_Meryl_Streep_Part_Two

        c’è un elenco di collaboratori ebrei di primo piano…

    2. già, talmente antisemita da avere gli sherman brothers (ebrei) come compositori delle più grandi colonne sonore dei suoi film… sta cazzata dell’antisemitismo di disney è stata già ampiamente sbufalata da anni ma, a quanto vedo, c’è ancora chi ci crede

    3. Walt Disney è morto più di 50 anni fa, la Disney e le sue controllate sono aziende dove lavorano migliaia di persone di tutte le etnie, le nazionalità e religioni, oltre al non vedere posizioni inadatte ai bambini nei loro prodotti (almeno quelli che ho visto io, ovvero i film e qualche serie animata) direi che il tuo sia un commento fuori luogo.

      1. Diresti, ma trattasi di pura opinione personale che vale quanto la mia, indi per cui pure il tuo è un commento che si può dire fuori luogo…senza contare che hai pure espresso un giudizio sul tuo gradimento dei prodotti Disney che è puro gusto personale. Nemmeno commenti il fatto delle varie etnie, perché pure in una nota major informatica lavorano donne eppure giravano lettere misogine e denigratorie fra i dipendenti.

  5. E’ perseguibile chi produce tale maglietta, non chi la indossa. OVVIO che la Disney prende fermamente le distanze, ma non credo che abbia modo di denunciarla.

  6. e in quello stesso giorno un neo-nazista e’ entrato in una sinagoga a Pittsburgh e si e’ messo a sparare alla cieca uccidendo 11 persone, fra cui un sopravvisuto di Auschwitz di 95 anni. cioe’ uno attraversa e sopravvive all’inferno di Auschwitz per essere ucciso 70 anni dopo da un fanatico nazista che si e’ sentito nuovamente in diritto di esprimere il proprio antisemitismo e la propria intolleranza, visti i tempi che corrono. e’ davvero il colmo.

  7. La signora – oltretutto – evidentemente non si rende conto che i cultori della razza ariana l’avrebbero probabilmente bruciata, una col suo aspetto.

  8. Dubito che le faranno veramente causa, per perdere tempo dietro questa immondizia, che sarà pure nullatenente. Hanno risposto perché non potevano ignorare il fatto.
    Il sorriso compiaciuto di lei è ancora più rivoltante della maglietta che indossa

I commenti sono chiusi