92 pensieri riguardo “I Segreti dei nostri mariti ep 18 – “Non aprire quella porta””

  1. non ho nessun probelma amore, le mutande strisciate sono normali, chiedi a mamma…
    ma come fanno questi a sopravvivere a loro stessi, come?!

    1. Trovandosi delle mogli che facciano anche da badanti a tempo pieno, ovviamente.

    2. Beh perché lei scusa? “Ma e normale che tuo figlio riempia di merda le mutande? No perché io quello schifo non lo lavo” – non so se sia peggio lui che non ha cazzi di andare al cesso per cagare o lei che non sa lavare un paio di mutande…

      1. Io non credo che lei non sappia lavare le mutande, ma che lei non voglia, anche con giusta ragione. Solo che il successivo passaggio logico dovrebbe essere “lavati la tua merda da solo, scimmione scarsamente evoluto!”

      2. Concordo! Mia madre, che pure viveva per far mestieri in casa, mi ha educato molto presto a non lasciare le sgommate nelle mutande. La tipa ha ragione a non voler lavare le mutande del marito (ma non avranno la lavatrice in casa?), ma si ferma lì: la soluzione non è la suocera, la soluzione è un calcio nel culo al marito!

  2. Tu marito schifoso che non sai nemmeno distinguere un peto da un principio di evacuazione ti meriteresti non una mamma che ti lava le mutande, non una moglie che te le nasconde, ma un tappo di sughero, un punto di colla a caldo, un rubinetto, un limone (bada a non tagliarlo, anche se pare grosso poi entra). Ma come si fa ad una certa età a “sgommare” le mutande? Potrei capire se ci fosse un problema medico, ma da quanto scrive la signora così non è. #pancinaStayStrong #unaSgommataAlGiornoLevaLaMoglieDiTorno #marroneDietroIsTheNewBlack

    1. E’ solo che alcuni non hanno ancora iNparato – ad una certa età – che le scuregge non pesano…

  3. Farle lavare al cagone è una opzione non contemplata, vero? Va là che a casa mia se le laverebbe da solo, con l’eventuale aiuto di una bella spranga se indugia…vedrai come impara a non sporcare. Ma nemmeno mio figlio di 5 anni! La suocera un po’ se lo merita: se ha lavato per decenni le mutande al “pupo” senza strofinargliele in faccia, direi che buona parte della colpa è sua.

    1. Esattamente. Probabilmente la madre di lui sarebbe stata una pancina, se fosse nata una generazione dopo.
      Ed i figli delle pancine potrebbero diventare così a loro volta

    2. Loro fanno tutto e guai a far lavorare il marito, che tornato stanco dal suo ignobile lavoro si ritrova non con una ma con due “donne” che corrono per lui come in una tipica famiglia monoreddito. Non mi stupisce il tuo raccapriccio nel leggere questa storia, così lontana dalla nostra modernità e i passi avanti sia sociali che civili che dovrebbe essere trascritta in un diario di secoli scorsi.

      Ma fidati, si può scendere ancora più in basso.

    3. Io non esisto, ho lavato mutande altrui cin ci stesso problema e in quanto uomo è impossibile che una cosa del genere la abbia fatta, quindi non esisto

    1. Non sono tanto d’accordo. Ste cose dovrebbero insegnarle i genitori ai figli in età infatile! Io troverei più giusto che la moglie rispedisse al mittente marito e mutande sporche e chiedesse ai suoceri di spiegargli come ci si lava in maniera corretta. Nel malaugurato caso i suoceri dovessero essere come il figlio, cambiare serrature di casa…

      1. no ovviamente, è una merda, ma la tipa avrebbe dovuto mollarlo alla seconda mutanda sgommata. Però se continua a starci insieme e le fa schifo lavarle sto tipo non può fare niente per lavarsele da solo?!

      2. mah, mollarlo forse non è la soluzione più facile quando c’è di mezzo una famiglia…ma almeno ficcarlo in un angolo con le mutande sotto il naso e urlargli: “TROGLODITA DI MERDA, ALLA PROSSIMA TE LE RITROVI NEL PIATTO CON LA MINESTRA!” !!

    2. Mia figlia non ha ancora due anni, e le volte che riusciamo a farle fare la pipì sul vasino poi prende la carta igienica e si pulisce. Magari non benissimo, magari a pulirsi il culetto non è ancora arrivata, ma almeno per emulazione il gesto lo fa. Non ci vuole tanto, solo qulcuno che ti dia le basi minime dell’igiene personale.. questo primate è ancora sotto il minimo accettabile evidentemente..

  4. Non sia mai che le mutande sporche dimm*#@%&a se le lava da solo sto lurido, guarda te che cazzo mi tocca leggere!!

    1. ma ti pare che uno che si scagazza nelle mutande si faccia poi problemi a farsele lavare da qualcun altro? XD XD
      Taniche di benzina; taniche…

  5. Il Problema intimo si chiama “sgommata” e ne verrebbe a capo lavandosi il gnaus invece di scagazzare modello Animale al bosco!
    Dio mio ma perchè sei così buono da mantenere al mondo questi esseri???

    1. Già per il solo fatto che porta le mutande, mi sembra si possa dire che abbia raggiunto un notevole traguardo nella scala della civilizzazione. Ora aspettiamo l’uso corretto della carta igenica; dell’acqua e sapone nel bidet subito dopo e siamo a posto. Ma ho il forte dubbio che sia possibile un ulteriore salto prima delle prossime 4 generazioni

  6. Dunque… Visto il segreto, direi che una media di due mutande a settimana sia realistica.

    Sette mesi, per quattro settimane al mese, per due mutande a settimana, fa la bellezza di cinquantasei involtini di tessuto e m***a ammonticchiati a stagionare.

    Temo fortemente per la sopravvivenza dei malcapitati operai.

    1. 56 è un calcolo conservativo, se fosse un ometto pulito (non vedo perchè dubitarne visto il segreto :-D) potrebbero essere anche circa 210. Ora la domanda principale è: ma quest’uomo ha un armadio pieno di sole mutande? Come si fa ad avere a disposizione dalle 50 alle 200 mutande in una casa?

    2. Già due mutande a settimana mi sembrano poche, viste le condizioni poi questo dovrebbe cambiarne due al giorno!

      1. O al contrario, essendo un lurido non avverte l’esigenza di cambiarle se non quando ormai i poveri indumenti si dirigono da soli verso la cesta dei panni sporchi (o meglio, verso il magico stanzino).

    3. In realta’ potrebbe essere una mutanda ogni 2 settimane.
      Tieni presente che puoi girare la mutanda, poi ribaltare, e girare ancora una volta (per ben 3 sgommate aggiuntive). Farebbero quindi solo 14 mutande in totale.
      Sempre che la mutanda, presa ad un certo punto dalla disperazione, non decida autonomamente di buttarsi in lavatrice.

  7. Momento….è un messaggio della settimana scorsa? Quindi questa da 6 mesi accumula mutande scagazzate in un ripostiglio con una infiltrazione d’acqua. Mi aspetto qualcosa tipo i fantasmi dell’arca perduta all’apertura! ?

  8. Ma il marito lascia sgommate grandi come l’autostrada del sole, tanto le fanno schifo?
    Una soluzione più pratica (e più costosa) potrebbero essere i pannolini.

    1. Il che tornerebbe anche utile per ravvivare la vita di coppia (vedi segreto precedente)

  9. Un altro segreto di merda, come la scorsa settimana. I poveri operai costretti ad entrare in quello sgabuzzino moriranno per asfissia. A questo punto sarebbe meglio buttare tutto, quel sacchetto oramai sarà radioattivo

    1. Gli operai non faranno neanche un plissè: anche loro avranno le mutande sgommate, come si conviene fra cultori di Kant e di Schopenhauer.

      1. Potrebbero benissimo essere operai laureati in filosofia. Ho un amico ingegnere civile che fa il vigile del fuoco, ed un altro laureato in chimica che fa il parrucchiere, fra gli altri. Purtroppo questa e’ l’Italia di oggi.

      2. Io ti aggiungo l’amica psicologa specializzata in disturbi dell’apprendimento che lavora al reparto ortofrutta e l’ex fidanzato laureato in storia che faceva il pellettiere!

  10. Ma contemplare l’utilizzo del bidet post cagata no eh? Si vantiamo del bidet con tutto il mondo e neanche lo usano ‘sti luridi.

    1. mi spiace fare il professorino laureato al classico ma non hai letto attentamente il racconto. Lo sgommatore ha problemi di perdite di aria mista a materia fecale, purtroppo siamo di fronte ad un difetto non risolvibile con un corretto uso del bidet (che sicuramente non fa).

      1. Trattasi di un interessantissimo caso di coesistenza trifasica (ovviamente ci sarà anche un po’ di merda liquida), sistema termodinamico zerovariante, da anal…izzare a 370°.

      2. Io la trifase gliela applicherei nell’apposito orifizio. Chissà che non gli risolva i problemi.

  11. La cosa piu’ triste di questa storia e’ che il cercopiteco in questione mai in vita sua si rendera’ conto di aver reso una merda l’esistenza non di una ma di due donne innocenti (o dio, la madre le sue colpe ce le ha, ma merita di dover pulire le mutande al figlio fino alla fine dei suoi giorni, salvo femori rotti?).

    1. Ci sono mamme che sarebbero felici e morirebbero col sorriso sulle labbra se potessero lavare le mutande al “bambino” fino alla fine dei loro giorni

      1. Nemmeno io. Quando compii 20 anni mia madre mi disse “vai fuori tu e le tue mutande di merda”.

      2. Oh, ce ne sono invece, che si fanno potare la roba da lavare dal pargolo, anche se ha superato il mezzo secolo di vita! Talvolta pure se è sposato “perché tua moglie non sa lavare e stirare le camicie come si deve”

      3. All’apparenza sono uomini normali, sono che sono ancora incollati alle sottane della madre. La donna che conosco e ha un marito così, all’inizio si sentiva frustrata perché era continuamente paragonata alla suocera e perché quest’ultima metteva becco e mano
        ovunque, era disperata (ovviamente il consiglio era stato di liberarsi della fantastica coppia, oppure di ribellarsi rumorosamente); poi ha adottato una strategia diversa e, devo dire, ha avuto ragione lei: per qualche hanno ha lasciato che la suocera prendesse i panni da lavare e stirare e che cucinasse per loro continuamente (e, mica scema!, aveva un sacco di tempo libero!), poi ha cominciato a sovraccaricare la suocera, fino a che questa pian piano si è sfilata e ha smesso, probabilmente stremata, di fare la governante! E lei ha potuto vivere in pace. Però dice che un po’ rimpiange tutto quel tempo libero XD XD XD

      4. Steve Jobs a questa le fa un baffo!!!!!!! XD
        Grande!!
        Comunque io non sono convinto che siano uomini attaccati alla gonnina della mamma quanto, piuttosto uomini abituati ad avere una donna schiava accanto; moglie o madre che sia…non fa differenza

      5. Io ho mia madre che fa cosí.
        Da quando io son diventata mamma, lei è diventata una nonna-pancina: son quasi 11 anni che per mia madre io non son buona a nulla, mai capace a fare niente, ‘sto povero figlio chissà che miracolo è avvenuto perché ancora non me lo sia perso al supermercato, chiuso per sbaglio in un forno industriale o dimenticato fuori sul balcone in una notte di tempesta.

      6. La nonnitudine rincoglionisce peggio dell’Alzheimer. Mia madre i primi mesi era ossessionata dal fatto che mangiassi… Fossi magra! È vero che, tipicamente, la bambina decideva che era l’ora della poppata quando mettevo giù la pasta, ma né io né lei saremmo mai morte di fame…per cui li avevo sempre a casa mia o dovevo andare io da loro. Poi la paranoia è passata sulla bimba: siccome a mangiare è sempre stata un po’ stracciacazzi, la mia idea era, mutuata dai miei ricordi di infanzia, mangi quello che ti do perché non è un ristorante, “chi non mangia ha già mangiato”; ed ecco che la nonna, mia madre, che aveva il © della frase sopra, un giorno se ne uscì con un epico “la farai morire di fame, quella povera bambina!”. Col secondo erano più polleggiati.

  12. Io non sposerei la versione della pancina, almeno non al 100%.
    Abbiamo ormai capito che hanno una visione del mondo completamente diversa dagli altri, e non me la sentirei di dire che le cose stanno esattamente come le ha descritte. Trovo che ci sia piú di un elemento per dubitare: il fatto che abbia un marito costantemente cagato, che abbia un armadio per la stagionatura della mutanda (apribile solo col lanciafiamme, probabilmente), che debba trattare la biancheria del marito con in guanti di plastica, che abbia un accordo con la suocera per il loro lavaggio…
    Questi elementi mi fanno pensare di avere a che fare con una supermaniaca della pulizia. Certo, é probabile che il marito faccia del drifting ogni tanto, ma l’impressione é che questa abbia montato un caso, al punto che la suocera, esasperata, si sia offerta di risolvere lei il problema (tutto sommato basta buttarle tutte in lavatrice a 90 gradi senza nemmeno prelavarle, volendo)

    Non siamo lí, non c’é certezza, ma se capitasse una cosa del genere a me cercherei di correre ai ripari, mi laverei le mutande da solo (magari sperando che nessuno se ne sia accorto, ecc.). E poi puó capitare solo per qualche episodio, per esempio quando si é costretti ad andare in bagno in posti pubblici senza poi avere la possibilitá di ricorrere al bidet. Possibile che questo non abbia il minimo controllo?

    No, io voto per la supermaniaca, di quelle che sterilizzerebbero tutto, che giudicherebbero sporchissima una sala operatoria….

    1. In effetti potrebbe anche esserci questa possibilita’…
      Resta il fatto che trovo comunque spietato e raggelante che questa continui ad accumulare mutande sporche in attesa che la suocera si riprenda…

    2. No, da grande esperta di cacca (due figli tirati su con pannolini lavabili), ti devo correggere: la cacca, come il sangue, non va lavata in acqua calda, sennò non ti libererai mai più della macchia. Va lavata a mano con acqua fredda e olio di gomito. Poi, solo quando la macchia è venuta, vai di 60° (90° è troppo: dopo due o tre lavaggi, addio biancheria!), sennò robusto lavaggio a 30° con candeggina, e poi un giro veloce a 60°.

    3. Non si lavano mai i residui corporei direttamente a 90. Si fa il prelavaggio con acqua fredda, prima. Altrimenti la cacca (lo sperma, l’urina…) la cucini

  13. La sgommata è come la giustificazione a scuola: se ne concede una a quadrimestre, per circostanze eccezionali. E comunque se sei autosufficiente te la gestisci da solo, non esiste il fatto che altri debbano rimuovere la tua merda…

    Quando la suocera, poveretta, abbandonerà questo mondo, il mercato dell’intimo vivrà un momento epocale. Consiglio a qualche ambulante di rintracciare questa pancina e di piazzarsi stabilmente sotto casa sua, con un borsone di mutande da vendere.

  14. Il secondo commento. Dio mio, il secondo commento. Quando una pancina ha un barlume di lucidità e comprendonio, ci penserà qualche altra persona intorno a lei a farla risprofondare nella merda. Stavolta letteralmente.

  15. Maddai! Tutti sti commenti per una cosa che è di una praticità unica!
    Vuoi mettere quando hai le mutande col verso? Gialle avanti e marroni dietro?
    Non puoi sbagliare a metterle! XD XD XD

    Oddio MUORO. AHAHAHAHAHAHA
    Grottesco all’inverosimile, ahahhahaha

    1. Ecco svelato l’arcano!! Lo fa di proposito per avere un riferimento e metterle al dritto! GE-NIO! XD XD

  16. Ma esattamente questa, quanti soldi ha speso in mutande nuove? le portava in lavanderia risparmiava (escludendo tutte le altre opzioni)

  17. mah, questa da sette mesi non lava le mutande del cagone? Qualcosa non torna oppure spendono metà stipendio in indumenti intimi, a meno che non sia così lurido da indossare mutande sgommate per più giorni.
    Mettiamo anche il carico dell’infiltrazione nel deposito ad altro rischio di contaminazione biologica e secondo me abbiamo un tipico post da troll. Puzza tantissimo, e non sono solo le mutande.

  18. La domanda da porsi non è,perché il marito non si lavi da solo le mutande sporche e scagazzate, la domanda è,perché la gente si sposa se poi “ tanto ci pensa la suocera o la mamma”… ma stiamo scherzando? Ti sei sposata, hai voluto crearti un nucleo familiare tuo,e tu CAZZO te lo gestisci! Vuoi fare la casalinga e occuparti della casa, bene, vuoi che in casa tua ci sia la regola del:” ognuno fa la sua parte”, bene, si chiama matrimonio. Santa pera mi fanno incazzare queste cose. Ma lasciate stare quelle poverette di mamme che vi hanno partorito, lavato il culo, sfamato, istruito e cresciuto! Ad un certo punto si cresce e fuori dai coglioni. Al pranzo di Natale dai suoceri questa porta Pandoro e Mutande? Ameró i miei futuri figli con tutta me stessa anche quando si sposeranno, ma quando decidono di prendere la loro strada da soli o con una persona accanto, con tutto l’amore del mondo, devono sgaggiarsi. No, non staranno a casa mia a mangiare a pranzo con la loro moglie tutti i giorni. Voglio godermi la mia pensione e mio marito in pace finalmente. Libera di pranzare anche alle 3 di pomeriggio se ne abbiamo voglia, liberi di slogarci una caviglia senza pensare a “ cazzo adesso non posso preparare le lasagne per mio figlio” ma vaffanculo. Ps: ho 26 anni e forse quando avrò figli cambierò anche certi modi di vedere le cose ma mai e poi mai PANCINA

  19. Eh, la cara vecchia tradizione di portare il dessert al pranzo domenicale in casa dei suoceri….

  20. La scorsa settimana il marito che cagava nel pannolino e per terra.
    Questa settimana il marito che si caga nelle mutande.
    Se ho capito come funziona la prossima settimana ci sara’ il marito burlone che caga nei cassetti in giro per casa per fare gli scherzetti.

    1. E io che mi lamento della mia gattina che ogni tanto fa la cacca fuori dalla lettiera… questi sono problemi altro che la gatta!!!!

  21. Siamo passati da una che non faceva mai visita alla suocera e aspettava che schiattasse per potersi prendere la pelliccia ad una che aspetta solo che la suocera ricominci a camminare per potergli portare un carico di 200 mutande “con le strisce”.

    1. Sì, alla fine, con le mutande scure, butti in lavatrice con sapone, candeggina e Napisan e, anche se resta l’alone, è comunque pulito e si vedrebbe soltanto dall’interno (quindi sticazzi); così risolverebbe il problema se fossero sgommate semplici da “scurreggia vestita”. Il problema è se c’è una stratificazione pesante di merda, dovuta al fatto che le scurregge sono TROPPO vestite. Non ho mai provato, ma ho paura che in quel caso serva mettere a bagno e stropicciare con la varichina per farle venire decenti.
      (scusate, deformazioni da casalingo dilettante)

  22. Dalle mie parti si dice avere della bolletta nelle mutande…comunque i segreti dei mariti iniziano a fare alquanto vomitare…d’altra parte per la pancine ogni schifo oltre che meritato, non è mai sufficiente!

  23. Al solito Dio li fa e poi li accoppia…
    Il marito non ha mai imparato a pulirsi il sedere dopo aver fatto i suoi bisogni… forse la mamma glielo ha pulito fino ai 240 mesi… Quella delle “puzzette vestite” e’ una scusa che fa ridere come le tante storie che questi si inventano per continuare a fare i loro comodi.
    Pero’ mi fa piu’ rabbia lei che rifila il problema alla suocera benche’ sia palesemente anziana e mentre questa e’ all’ospedale o comunque impossibilitata continua ad impilare mutande ‘col baffo’ in una dispensina. In attesa che la suocera si riprenda per scaricargliele tutte a casa col camion!

  24. Ho letto che, in casi simili, il napalm fa miracoli.
    Più che altro mi domando se al marito non je roda er culo.
    E non in senso figurato.

  25. Se le conserva ancora poco più di un mese, ci può fare il vecchione da bruciare a capodanno, così potrà dire di aver dato l’addio ad un anno di merda!

  26. Che poi se questa è una cosa normale per lui, immagino abbia qualche problema di salute, di alimentazione inadeguata… No? Ma nessuna delle sue ancelle se ne preoccupa? Boh.

  27. Quella che consiglia di lavarle a mano nel 2018 è il top.. ma queste non hanno un caxxx da fare tutto il giorno che non lavare a mano mutande? P.S. comunque che schifo immane…

    1. Però ha ragione: le sgommate devi prelevarle a mano e in acqua fredda prima di metterle in lavatrice, sennò rischi che lascino impressa una mini sindone…

      1. Guarda, io ho la grande fortuna di non aver mai dovuto affrontare sgommate, né mie né altrui…

      2. Beh, se ti capiterà (bambini o gatta puzzona che si aspetta che ci sia sempre qualcuno a pulirle il sedere con una salvietta, come la mia), adesso sai come si fa ?. E se resta un’ombra, qualche ora al sole e… Puff!
        Poi vale anche per le macchie di sangue.

      3. Per il sangue hai ragione, sempre usato acqua fredda e funziona alla grande! Del sole non ne sapevo nulla, so che il bianco asciugato al sole diventa più bianco, per le ombre non avevo idea. Con la cacca però non ho esperienza, quella dei miei gattini non mi fa neanche schifo (sono una gattofila di quelle malate) e in genere il maschietto fa alla femmina esattamente quello che fai tu con le salviette alla tua gatta esigente 🙂 !! Comunque grazie del consiglio ne terrò conto se un giorno dovessi riprodurmi!! 😀

I commenti sono chiusi