A Bari a scuola in limousine – la polemica

A Bari una limousine ha prelevato, all’uscita da scuola, una bambina di 8 anni e i suoi amici in occasione della sua festa di compleanno. Altri genitori, stando a Repubblica, hanno scritto alla preside su Facebook lamentandosene.

Cito il messaggio.
“Cara preside, oggi una limousine lunga cinque metri attendeva una bimba di otto anni e solo alcuni dei suoi compagni di classe all’uscita dalla sua scuola pubblica, accanto al pulmino pubblico pagato dal Comune.”
Di cattivo gusto? Probabilmente sì, ma non capisco cosa debba fare o possa fare la preside. È la padrona della strada? No. Ha pagato lei la limousine? No. Ha proposto lei questo tipo di festa? Nemmeno. È un’auto privata, per una festa privata… I genitori possono commentare la cosa così come noi commentiamo i ricami sul water, o le torte partoritrici, ma arrivare a lamentarsi con la preside della scuola denota, forse, ancora maggior problemi di chi organizza una cosa tanto trash.
Se venissi a sapere che in classe di mia figlia ci fosse una bambina che festeggi in quel modo il compleanno, provocando una polemica così idiota, a costo di svenarmi, da quel giorno, mia figlia a scuola ci andrebbe esclusivamente con una carrozza di cristallo, con, accanto a lei, un’attrice vestita da Cenerentola che la accompagnerebbe con la mano fino al banco.

9 pensieri riguardo “A Bari a scuola in limousine – la polemica”

    1. Praticamente una punto più un quarto, o due smart attaccate assieme. L’unica cosa con la lunghezza di una limousine doveva essere il pulmino.

  1. “mia figlia a scuola ci andrebbe esclusivamente con una carrozza di cristallo, con, accanto a lei, un’attrice vestita da Cenerentola che la accompagnerebbe con la mano fino al banco” cit. Distruggere

  2. Questa gente, di preciso, che problemi ha? C’è gnete che affitta, parchi acquatici, sale con gonfibili, questi hanno scelto la limousine. Scrivere alla preside poi, cosa credevano potesse fare la preside? Vorrei sapere ora come verrà trattata quella bambina.
    Secondo me, chi si è lamentato, lo ha fatto unicamente perchè la ragazzina ha invitato solo i bambini della sua classe e non tutta la scuola!

  3. Ostentazione trash e nulla più da parte dei genitori della bambina, alla quale con ogni probabilità non frega nulla della limousine ma solo di festeggiare il compleanno con le amichette.
    AL posto degli altri genitori avrei detto “echissenefrega”.

  4. Soldi buttati. A 8 anni sono convinta che avrebbe preferito ben altro. Forse la mamma ha visto troppo “Sex & the city”, oltretutto non capendoci una mazza, se pensa si possa applicare a una bambina…

  5. Per essere Bari, mi sorprende che nessun bambino di 8 anni ci abbia forato le ruote. Sara’ stato in qualche quartiere fighetto, tipo Santo Spirito.

  6. Ovviamente il solito attegiamento ghettizzante da “festa delle meduie” (tu non vieni, non importa sai c’avevo judo) unita alla pura ostentazione, in pratica l’inizio del bullismo.
    La scuola inclusiva per tutti è un’altra cosa. Il problema è il sistema scolastico, che ciò avvenga è solo una conseguenza.

  7. Una limousine per una festa di bambine???

    Ma lo sanno tutti che alle ottenni di oggi piacciono le carrozze da principessa trainate da unicorni bianchi!!!
    Cazzo, qua mancano proprio le basi dell’educazione genitoriale!!!

I commenti sono chiusi